Sanzionata Lidl: ha ingannato i consumatori sulle caratteristiche della pasta e sul grano duro

Sanzionata Lidl per 1 milione di euro per aver detto bugie sull’origine del grano duro.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha sanzionato Lidl a pagare 1 milione di euro per aver ingannato i consumatori e aver detto bugie sull’origine del grano duro. Inizialmente erano stati cinque i procedimenti istruttori che riguardavano notizie non vere circa l’origine del grano duro usato per produrre la pasta.

Andiamo a vedere come le cinque società hanno cercato di ingannare i consumatori

Il motivo dei procedimenti sono stati perché queste società attraverso le etichettature false hanno promosso e commercializzato la loro pasta ingannando i consumatori con le caratteristiche del prodotto nascondendo le indicazioni sull’origine del grano duro impiegato che era estero e non italiano, le società colpevoli di questo sono: Lidl Italia, Pastificio Cav. Giuseppe Cocco, Divella, Margherita Distribuzione e Fara San Martino.

In questo provvedimento le società oggetto del richiamo hanno tutte accettato di apportare modifiche alle etichette così che il consumatore venga informato in modo completo fin dall’inizio. Solo la società Lidl è stata scorretta nell’attuazione di questa modifica ingannando i consumatori ed è per questo che L’Autorità ha sanzionato Lidl per 1 milione di euro.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp