Scadenza IMU e TASI dicembre 2019 e doveri su casa messa in vendita

E’ dovuto il pagamento di IMU e TAsi per immobili posti in vendita? Vediamo quando e in quale misura.

L’IMU è l’imposta municipale propria ed è pagata al comune sul possesso di abitazioni, con l’esclusione di quella principale. La TASI è il tributo per i servizi indivisibili che va pagata per il possesso (ma anche per la detenzione) dei fabbricati ad eccezione dell’abitazione principale.Sono escluse dal pagamento della Tasi anche le pertinenze dell’abitazione principale (garage, cantina, rimessa…). Per la Tasi e l’IMU è dovuto il pagamento in base alla percentuale di possesso.

IMU e TASI, saldo dicembre

Per IMU e TASI sono previste 2 date di pagamento: l’acconto (oppure il pagamento dell’imposta intera) entro il 17 giugno 2019, il saldo è dovuto, invece, entro il 16 dicembre 2019.

Un nostro lettore ci chiede:

Buongiorno vorrei domandarvi se imu e tasi andrà in vigore a dicembre 2019 con scadenza 31 dicembre 2019?

Se la risposta è si vorrei sapere se una casa messa in vendita ha diritto a pagare imu e Tasi di dicembre.

L’atto della casa si farà a gennaio-febbraio 2020.

Grazie

Il saldo IMU e TASI, quindi, va pagato per il possesso e la detenzione di immobile relativamente al 2019. Anche se l’immobile è in vendita, quindi, fino alla data del rogito lei ne risulta possessore e deve pagare, di conseguenza le due imposte per tutto il periodo di possesso. Deve, di conseguenza pagare il saldo di dicembre.

Inoltre, anche se il rogito della vendita avverrà a gennaio o febbraio, a giugno 2020 sarà tenuto al pagamento dell’IMU e della TASI per i mesi del 2020 in cui è stato proprietario dell’immobile.

Come si calcolano IMU e TASI per parte dell’anno?

Il prossimo anno, poniamo il caso che la vendita avvenga a febbraio, sarà tenuto a pagare 2/12 dell’imposta poichè l’intera imposta è riferita al possesso per 12 mesi dell’immobile e deve quindi, suddividerla per i suoi 2 mesi di possesso. Si prende, quindi, l’importo dell’intera imposta, la si divide per 12 e si moltiplica per i mesi di effettivo possesso.

Come si stabilisce un mese di possesso?

Se in un mese il possesso dell’immobile è per meno di 15 giorni, quel mese non si calcola. Il mese, invece, va calcolato per intero dal sedicesimo giorno di possesso.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.