Scandalo Facebook: dossier completo tra scuse di Zuckerberg, cancellazioni e falsi profili

Un riassunto di tutta la vicenda dello scandalo Facebook, dal Datagate alle nostre considerazioni sul tumore maligno che il social network rappresenta.

La posizione di Facebook nello scandalo Cambridge Analytica è sempre meno chiara. La società, ed orami si sa, attraversa un’applicazione chiedeva ai suoi utenti chiedeva se volevano partecipare ad un innocente sondaggio raccogliendo i dati di 50 milioni di utenti sfruttandoli in per creare pubblicità mirate.

Mark Zuckerberg ha chiesto scusa al mondo e dovrà rispondere della accuse del governo britannico e dell’Unione Europea oltre che di altre cause depositate nei tribunali USA. Anche se il patron di Facebook ammette di aver fatto degli errori ha sempre smentito di sapere ciò che la Cambridge Analytica stava facendo con gli account dei propri utenti ma ora, il Financial Times annuncia di essere in possesso di documenti che smentiscono tali affermazioni.

Dossier scandalo Facebook 

Nel frattempo ripercorriamo quello che è stato il nostro personale dossier sullo scandalo Facebook iniziando proprio dal nostro articolo sul Datagate:

Datagate Facebook: un tumore maligno che ci portiamo dentro da tempo

Subito dopo la scandalo sono diventati virali alcuni Hashtag con cui la gente cercava come cancellarsi dal social network:

Cancellarsi da Facebook: #deletefacebook e #boycottfacebook virali

E proprio per questo abbiamo scritto un articolo sulla differenza tra disattivazione ed eliminazione di un account di Facebbok:

Come cancellarsi da Facebook: disattivazione o eliminazione dell’account, cosa cambia?

E per finire il nostro articolo in 4 puntate in cui abbiamo illustrato come Facebook non protegge affatto i suoi utenti dai falsi profili:

Facebook: il mondo di mezzo, parte prima

Facebook: il mondo di mezzo, parte seconda

Facebook: il mondo di mezzo, parte terza

Facebook: il mondo di mezzo, ultima parte

Buona lettura a tutti e che vi sia di qualche utilità riassumere tutta la vicenda.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.