Asteroide enorme in arrivo: passerà vicino alla Terra. Quali saranno gli effetti

-
06/03/2020

Un gigantesco asteroide sta per passare vicino alla Terra. E’ tra i più luminosi e più grandi che esistano, classificato come potenzialmente pericoloso dalla NASA.

Asteroide enorme in arrivo: passerà vicino alla Terra. Quali saranno gli effetti

Un imponente asteroide, denominato dagli scienziati 52768 (OR2 1998), passerà vicino alla Terra alle 10:56 di mercoledì 29 aprile 2020. Per dare un’idea della sua mastodonticità, questo corpo celeste ha un diametro di circa 4 chilometri. Quando si parla di distanze ravvicinate a proposito di astronomia, s’intende anche quelle che misurano qualche milioni di km, ma andiamo nel dettaglio.

A quale distanza dalla Terra passerà l’asteroide

Premesso che non ci sarà alcun impatto con il nostro pianeta, l’asteroide 52768 (QR2 1998) dovrebbe passare a quasi 6,3 milioni di chilometri dal nostro pianeta (il punto più vicino del suo viaggio), una distanza pari a poco più di 0,04 unità astronomica, che è relativamente ravvicinata per gli studiosi di corpi celesti e fenomeni esterni alla nostra atmosfera, ma che a noi comuni mortali appare un’enormità. Per rendere meglio l’idea, pensate che la Terra dista dal Sole 150.000.000 di km, ovvero 1 unità astronomica, e che il pianeta del Sistema Solare più vicino alla Terra dista 0,28 UA. Niente di paragonabile alla Luna però, la cui distanza dal nostro pianeta è di “appena” 384.400 km (circa 0,00257 UA).

Quali conseguenze provocherà il passaggio ravvicinato dell’asteroide

La popolazione mondiale può dormire sonni tranquilli per almeno un secolo, nonostante questo gigantesco corpo celeste sia definito potenzialmente pericoloso dalla NASA. Infatti, lo è per una questione di grandezza, essendo il diametro superiore ai 150 metri e per la distanza al suo passaggio vicino alla Terra inferiore alle 0,05 UA. La velocità dell’asteroide sfiorerà il nostro pianeta alal velocità di 8,7 km/s, ovvero 31.320 km/h. Tuttavia, diventa non pericoloso per la NASA per i prossimi 100 anni, in quanto gli astronomi hanno calcolato che le sue traiettorie saranno sufficientemente lontane dalla Terra.

L’asteroide (52768) 1998 OR 2 fa parte del gruppo Apollo ed è stato scoperto il 24/07/1998 dai ricercatori del programma NEAT all’Osservatorio di Haleakala (Hawaii). Nella sua categoria è tra i più grandi e luminosi.


Leggi anche: Bonus Natale 2020, in arrivo un cashback da 150 euro: cos’è, come funziona e come ottenerlo