‘Mi scappa la pipì’ , perché col freddo si urina di più rispetto all’estate?

-
12/12/2019

Perché in questo periodo sempre più persone hanno l’eccessiva esigenza di andare al bagno ad urinare? Tutto questo ha una spiegazione scientifica.

‘Mi scappa la pipì’ , perché col freddo si urina di più rispetto all’estate?

Se in questo periodo invernale state andando spesso in bagno ad urinare non dovete preoccuparmi, non è nessun problema di salute. Piuttosto, è una cosa normale che non accade solo a noi ma a chiunque ci stia intorno. Infatti, con l’arrivo del freddo e più le temperature vanno a scendere è normale che si sente l’esigenza frequente di andare in bagno ad urinare più spesso del solito. Tutto è spiegabile attraverso la scienza.

Con l’arrivo del grande freddo si tende ad andare di più in bagno ad urinare, perché?

Avete letto bene: c’è una spiegazione logica e naturale, oltre che scientifica, che ci fa capire perché si vada in bagno tantissimo durante l’inverno.

In pratica, nel nostro corpo avviene un processo grazie alla quale i nostri vasi sanguigni iniziano a restringersi, processo chiamato anche vasocostrizione.

Esso interessa i vasi sanguigni di tipo periferico.

Tale processo quando arriviamo a temperature molte basse consente al nostro organismo di non gettar via il calore, arrivando ad escludere le più esterne del nostro corpo difendendo quelle centrali, così da permettere in modo giusto la circolazione del sangue.

Più nello specifico, la vasocostrizione cambia l’andamento del percorso del sangue in direzione degli organi interni, come ad esempio il torace, così che il calore non si disperda oltre al fatto di salvaguardare l’irrorazione degli organi vitali.


Leggi anche: Fondo imprese in difficoltà: domande in riapertura

Questo permette anche di capire come zone più esterne del nostro corpo come le mani ed i piedi iniziano ad essere molto freddi.

Ci ritroviamo quindi ad una proibizione della produzione di un ormone il quale ha la funzione di agire proprio sul rene.

Così si riassorbono in modo del tutto normale l’acqua ed il sodio, andando a regolare la pressione del sangue, chiamata anche ADH, che a sua volta indica l’aldosterone.

Dall’altra parte l’ADH si va a creare molto di meno mentre viene assorbita una quantità bassa di acqua.

Quando poi avviene l’aumento della pressione del nostro sangue, senza accorgersene  i nostri reni iniziano a smaltire l’eccessiva presenza di liquido presente nell’organismo, facendo arrivare nella nostra vescica molta urina da gettare via.

Di conseguenza, per sintesi, quanto più tempo staremo al freddo, più avremo l’esigenza di urinare.

 

Leggi anche:

Tassa sulla pipì voluta da Zingaretti: è una bufala, i tecnici spiegano la norma