Una nuova ricerca scientifica ha concluso che i fantasmi non sono reali

-
28/01/2020

Secondo una nuova ricerca scientifica la visione di fantasmi sarebbe causata da alcuni disturbi del sonno

Una nuova ricerca scientifica ha concluso che i fantasmi non sono reali

Da secoli gli uomini dicono di aver avuto esperienze paranormali vendendo fantasmi, spiriti e persino demoni. La maggior parte di questi incontri si sono svolti di notte. Ma i ricercatori credono di aver scoperto una spiegazione più logica per queste esperienze paranormali e ipotizzano che questi eventi non abbiano effettivamente nulla a che fare con i fantasmi, ma con i modelli del sonno. La professoressa di psicologia alla Goldsmiths University, Alice Gregory, ha affermato che ci sono alcuni modi in cui l’interruzione del sonno può causare fenomeni che possono essere confusi con i fantasmi. Uno di questi è la paralisi del sonno, che si verifica quando si raggiunge lo stato di sonno profondo, o lo stato REM.

Secondo una nuova ricerca scientifica la visione di fantasmi sarebbe causata da alcuni disturbi del sonno

Circa l’8% delle persone mantiene un qualche tipo di coscienza quando si trova in uno stato REM, quindi sembra che i suoi sogni vengano trasmessi nella vita reale. Questo potrebbe provocare delle distorsioni nel vedere persone e cose che in realtà non sono reali. La prof. Gregory afferma: “Quando ci addormentiamo, la formazione reticolare del tronco encefalico (una parte del nostro cervello coinvolta nella coscienza) inizia in genere a inibire la nostra capacità di muoverci, vedere e ascoltare le cose. La spiegazione scientifica di tali fenomeni può aiutare le persone a ridurre l’ansia. La riduzione dell’ansia è stata anche ipotizzata come un potenziale metodo per ridurre la paralisi del sonno “, ha aggiunto la professoressa Gregory.


Leggi anche: Pagamento Imu, calcolo, scadenza e saldo 2020: chi potrà beneficiare della cancellazione per Covid-19

Ti potrebbe interessare: Zombi, fantasmi e UFO: oltre 300 segnalazioni in Nuova Zelanda negli ultimi anni