Al via allo screening sui professori, è allarme positivi

In vista della riapertura delle scuole il Governo ha promosso una campagna di screening gratuiti per tutto il personale scolastico

A poche settimane di distanza dalla ripartenza dell’anno scolastico, il Governo ha presupposto test a tappeto per tutto il personale scolastico. L’adesione, da parte di insegnanti e bidelli, è stata relativamente buona in ogni Regione, non altrettanto quella dei medici di base. Lo screening, tuttavia, ha subito destato preoccupazioni considerato l’elevato numero di positivi fra le persone testate. 

Screening sul personale scolastico 

Manca poco meno di una settimana alla riapertura dei cancelli degli istituti italiani, che accoglieranno per primi gli studenti che devono recuperare i debiti conseguiti nel corso del precedente anno scolastico. Si parte il 1 settembre e, per assicurare una riapertura in sicurezza, sono stati disposti screening gratuiti per tutto il personale scolastico. Si tratta di un test volontario, che non ha però riscosso la partecipazione sperata, soprattutto da parte dei medici di base. 

I test sierologici sono partiti in quasi tutta Italia lunedì 24 agosto, ma sin da subito sono emerse le lacune del progetto. Secondo quanto stabilito dal Governo chiunque volesse effettuare lo screening avrebbe dovuto rivolgersi al proprio medico di base, ma non tutti hanno dato la propria disponibilità. In Lombardia, ad esempio, solo il 2% dei medici si è detto disponibile. Altro problema è determinato dalla distribuzione dei kit. In molte Regioni, infatti, il personale specializzato non ha potuto eseguire il test per mancanza o insufficienza del materiale. 

Bassa adesione, alta positività 

Nonostante la partenza in salita sono stati effettuati i primi test a insegnanti e bidelli. I risultati, tuttavia, hanno regalato un quadro piuttosto allarmante. Dagli screening numeri di positivi, rispetto al totale delle persone testate, è parso particolarmente preoccupante. In Umbria, su 1334 persone testate, sono stati individuati 20 positivi fra insegnanti e personale scolastico. 

In base a quanto disposto dal Governo dal 24 al 29 agosto sarà data la priorità al personale che sarà impegnato nei recuperi già a partire dal 1 settembre. Dal 1 al 12 settembre, invece, si passerà al resto di docenti e bidelli che inizieranno la scuola il 14. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp