Scuola, i presidi lanciano l’allarme e chiedono il certificato medico dopo tre giorni di assenza

L’Associazione nazionale presidi chiede di introdurre l’obbligo di presentare il certificato medico dopo tre giorni di assenza

L’appello lanciato dai presidi italiani è quello di imporre l’obbligo di presentare il certificato medico dopo tre giorni di assenza, prima di essere riammesso in classe. La richiesta arriva sul tavolo del Miur a pochi giorni dalla riapertura delle scuole. 

Certificato medico dopo tre giorni di assenza

La richiesta di presentare il certificato medico dopo tre giorni di assenza è stata avanzata dall’Anp (Associazione nazionale presidi). Alla base vi è in primis la tutela dell’intera classe, considerando che, senza il certificato, per l’insegnante sarebbe impossibile sapere se l’assenza derivi da motivi di salute. 

“Se uno studente si assenta e la scuola non sa il perché” ha spiegato Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione nazionale presidi, “potrebbe avere anche il virus ma se nessun medico lo ha visitato saremmo di fronte a una riammissione non ottimale”. Per quanto riguarda, invece, i casi di sospetta o conclamata positività è stata introdotta la figura del referente Covid. 

Il referente Covid 

Nel documento emanato dal Ministero dell’Istruzione, inerente alle misure di sicurezza da adottare in vista dell’inizio dell’anno scolastico, vi è l’indicazione di nominare almeno un referente Covid per ogni istituto. La figura è stata introdotta al Rapporto dell’Iss del 21 agosto 2020. Non sarà un medico, ma piuttosto di una figura facente parte del personale scolastico, con competenze comunicative e informative.

Questa sarà appositamente formata. In particolare per quanto riguarda i principali veicoli di trasmissione del Coronavirus, i protocolli di prevenzione e le procedure di gestione di casi contagio. Qualora ci fosse un caso di positività di un alunno, il referente Covid dovrà informare la scuola e le famiglie. In seguito dovrà tracciare e individuare i contatti del ragazzo per avvertire tutti coloro che potrebbero essere stati esposti al contagio. A tal proposito l’Associazione nazionale presidi si è anche detta particolarmente favorevole al ripristino della figura del medico scolastico. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp