Scuola, docenti over 55 sotto sorveglianza

Nella scuola italiana sono molti i docenti con più di 55 anni e col ritorno di settembre è necessario che gli stessi siano sotto sorveglianza.

La scuola italiana non riaprirà più il 18 maggio, ma direttamente a settembre 2020. Fino a quel momento, poi, si sta ancora valutando se aprire tutte le scuole italiane esclusivamente per l’esame di maturità 2020 o lasciarla chiusa. Fatto sta che già si sta pensando a come utilizzarla nei mesi estivi, ma anche a come ritornare nelle proprie classi in totale sicurezza evitando situazioni di contagio. Nella questione sicurezza rientra sicuramente quella dei docenti più anziani, ovvero gli over 55, che a detta dell’Inail è necessario mettere sotto sorveglianza.

Scuola: i docenti più anziani sotto sorveglianza

Alcuni giorni fa si stava già pensadno a come rientrare a scuola nel mese di settembre, prendendo in considerazione la possibilità di munire studenti e non di mascherine e guanti.

Ma adesso la cosa sembra farsi ancora più seria di quello che già era: al Corriere della Sera l’Inail ha parlato di un documento sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, con particolare attenzione ai lavoratori over 55.

Tra questi, ovviamente, ci sono anche gli insegnanti: infatti, in Italia, sono molti i docenti over 55 che insegnano nelle nostre scuole.

E non a caso risultano essere addirittura  i più anziani d’Europa, tra elementari e superiori, per non parlare di quelli universitari.

Anziani sono anche i presidi delle scuole italiane: si parla di dirigenti che vanno dai 55 ai 60 anni di età.

A detta di questo, visto che si ipotizza per il ritorno a scuola una modalità di lezione mista, che prevede sia la didattica a distanza sia quella forntale, l’Inail ha avanzato una proposta.

Nella prima fase del rientro a scuola si è ipotizzato si far svolgere le lezioni a distanza ai professori anziani, mentre quelle frontali potranno essere svolte da insegnanti più giovani.

Non sappiamo effettivamente se una soluzione simile possa essere applicata, dato che ci sono più docenti anziani che giovani in Italia, rischiando così di annullare completamente le lezioni frontali.

Comunque sia, aspettiamo ulteriori informazioni e dichiarazioni sul merito da parte del MIUR.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.