Scuola, per Azzolina no al 6 politico e piano emergenza per la maturità

Nonostante la scuola non stia vivendo un periodo facile, Lucia Azzolina è fiduciosa nella didattica a distanza e pensa ad un piano emergenza Maturità 2020.

La Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha da poco rilasciato un’intervista presso il quotidiano La Repubblica. La giovane ministra si è mostrata decisa su alcuni punti che riguardano la scuola nel periodo critico che la stessa sta vivendo a causa del Coronavirus. Rispettivamente, Lucia Azzolina dice no al 6 politico mentre sta pensando ad un piano ad hoc per la maturità di quest’anno che sembra essere sempre più minacciata dal Coronavirus. Vediamo di seguito i dettagli più interessanti di tale intervista.

Lucia Azzolina è contraria al 6 politico, ma è propensa ad un piano ad hoc per la maturità 2020

Con la minaccia del Coronavirus in circoalzione, sin da subito la Ministra Azzolina non ha perso tempo ed ha preso le giuste precauzioni al fine di salvaguardare  la salute degli studenti ma anche di tutti le altre figura che vi lavorano.

Altro passo importante  è stato quello di rispondere immediatamente alle numerose domande poste dagli studenti in merito al rischio di perdere l’anno scolastico.

Infatti, di recente è stato emenato un decreto mirato proprio a salvare quest’anno scolastico messo in crisi dal Coronavirus, oltre che a cancellare tutte le gite, possibili esposizioni al rischio.

Ha, poi, cercato di garantire il consueto andamento delle lezioni scolastiche, nel modo più normale possibile, attraverso la didattica a distanza, presentando sul sito del MIUR tutte le informazioni che gli insegnanti dovranno seguire.

E’ per questo motivo se la ministra dice no al 6 politico: nonostante la situazione di disagio che la scuola, e non solo, sta vivendo, ci sono i mezzi necessari per poter studiare.

Un cambiamento di modalità di insegnamento non può influire sul rendimento degli studenti.

Poi, si parla di un possibile piano ad hoc pensato proprio per la Maturità 2020, qualora questa venisse ulteriormente minacciata dal Coronavirus, il quale potrebbe arrivare anche a sospendere i consueti esami.

Infine, ha tenuto poi a precisare perché le scuole del Nord Italia  sono chiuse rispetto a quelle del Sud, ritenendo che questa è una decisione delle diverse regioni, le quali hanno autonomia in tali casi di emergenza.

 

Leggi anche:

Coronavirus e scuola, i medici contrari al certificato medico


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.