Scuola: vaccini, il 10% dei bambini non in regola, scatta raffica di sanzioni

Troppi ancora i bambini non vaccinati che a settembre non potranno frequentare la scuola: il Lazio la regione che raggiunge l’eccellenza.

Dal 10 luglio è scaduto il termine ultimo e per entrare a scuola a settembre i bambini con età compresa tra 0 e 6 anni devono mettersi in regola con le 10 vaccinazioni obbligatorie previste della Legge del 2017. Chi ha, infatti, meno di 6 anni e non è in regola con le vaccinazioni ci sarà il divieto di accesso alla scuola dell’infanzia e all’asilo nido. Per tutti gli altri genitori inadempienti scatterà, invece, la sanzione che varia da 100 a 500 euro.

Già lo scorso 8 agosto sono state consegnate le prime 27 lettere alle famiglie riminesi no vax che non hanno alcuna intenzione di mettersi in regola con le vaccinazioni, lettere che hanno comunicato che i bambini non saranno accettati a scuola.

A livello nazionale il 4% dei bambini con età inferiore ai 6 anni non è in regola con le vaccinazioni per la polio e, di conseguenza, non potrà frequentare materna e nido. Stessa sorte per il 5,1% che non ha copertura per il morbillo (copertura dell’esavalente pari al 94,5%).

Per la scuola dell’obbligo, bambini e ragazzi tra 6 e 16 anni, la situazione è un pò più critica poichè la multa potrebbe non rappresentare un deterrente definitivo per chi non vuol vaccinare i propri figli. Potrebbero entrare in classe, quindi, circa il 10% degli alunni non in regola con le vaccinazioni.

Ostili alla profilassi  sono più o meno in tutta Italia, ma Bolzano è al primo posto con solo il 65% di vaccinati contro il morbillo e il 60% contro la meningite. A Bolzano i bambini che non potranno frequentare la scuola materna e il nido sono 470.

A Rimini dove i riottosi sono molti, il sindaco ha fatto pagare ai genitori inadempienti 50 euro per ogni giorno frequentato a scuola dai bambini non vaccinati guadagnando, per le casse comunali circa 90mila euro.

A Venezia la scuola sarà vietata a circa 1800 bambini. In tutto il Veneto sono state sanzionate le famiglie di 50mila studenti per una multa pari a 180 euro. In Lombardia, invece, i bambini che non potranno accedere alla materna sono 20mila .

Il Lazio è la regione che, in questo caso raggiunge l’eccellenza con il 98% dei bambini vaccinati.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.