Sei gay? Patente sospesa. Lo Stato paga a titolo di risarcimento 100mila euro

Dichiara di essere omosessuale, viene ammonito dalle istituzioni con la sospensione della patente. Sarà risarcito dallo Stato che dovrà pagare una somma di denaro a titolo di risarcimento per il danno subito.

Danilo Giuffrida 35enne di Catania, riceverà 100mila euro dallo Stato come risarcimento per il danno subito. A pagare i ministeri della Difesa e dei Trasporti, per la patente sospesa in seguito alla visita di leva. Durante, la quale il Giuffrida dichiarò di essere omosessuale. Per questo, fu ammonito con la sospensione della patente di guida.

Il risarcimento ridotto per la patente sospesa

La Corte d’appello di Palermo ha mutato il giudizio dei giudici di secondo grado di Catania che nella sentenza emessa il 10 aprile del 2011, avevano avallato quella emessa nel 2008 dal Tribunale. Infatti, in quella sede fu inserita nella sentenza una postilla particolare, fu ridotto l’importo del risarcimento spettante al 35enne, una somma di denaro che da 100mila euro fu tagliata fino a 20mila euro. Una cifra irrisoria considerato i diritti personali calpestati dalle istituzioni.

Secondo quanto riportato dalla “Repubblica“, la Cassazione ha avallato il ricorso presentato dall’avvocato Giuseppe Lipera difensore del Giuffrida, annullando la precedente sentenza del risarcimento. Precisando che il comportamento dei rispettivi ministeri, ha violato il diritto costituzionale della persona. Ritenendo, il Giuffrida vittima di una vile condotta omofoba.

La patente sospesa la vittoria per i diritti

La Corte di appello di Palermo, ha condannato il risarcimento del danno subito dal Giuffrida nel corso degli anni conferendogli una somma di denaro equa. Contestualmente tutti i ministeri coinvolti dovranno pagare sia il danno subito dal 35 enne, che le spese processuali sostenute, di ogni singolo giudizio.

La vittoria ha colmato di gioia sia l’avvocato che Giuffrida, entrambi hanno esultano per questa vera giustizia sorta in difesa della dignità di tutti gli individui che quotidianamente subiscono una sorta di discriminazione solo per la preferenza sessuale. Inaccettabili nella vita normale, intollerabili nelle istituzioni pubbliche, dove i diritti dei cittadini e dei singoli individui vanno tutelati, contro ogni forma di discriminazione.

Vedi anche:

Da Mille Fino A 10mila Euro Di Multa Per Chi Abbandona Gli Animali

Dj Fabo: Il Processo Di Cappato Passa Alla Consulta, Valuterà Il Reato Di “Aiuto E Diritto A Morire”

Bologna: Autovelox Non Conforme, Giudice Annulla La Multa “Fuorilegge”

Giudice Applica La Legge, Avvocata Lascia L’udienza Pur Di Non Togliere Il Velo

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein