Serie A: i nodi ( i limiti delle rose) vengono al pettine.

Dopo le partite di ieri qualcosa è abbastanza chiaro: i limiti delle rose dei giocatori stanno facendosi sentire sui risultati.

Passano facilmente Inter, 3-0 e Lazio, 6-2 , contro penultima e ultima in classifica, tutto come da previsioni.

Anche la vittoria, molto sofferta, della Juve sul Milan,3-1, in linea con i pronostici, è ha evidenziato la stratosferica superiorità della rosa dei bianconeri.

La Roma non ha un’alternativa al suo centravanti e per pareggiare, 1-1,  ha dovuto inserirlo e quindi non ha potuto farlo riposare in vista della partita col Barcellona.

Meglio comunque del Milan che il centravanti non ce l’ha proprio, a meno che non si voglia chiamare centravanti Kalinic che meglio sarebbe iscrivere alla lista dei GTI, giocatori totalmente inutili.

La brutta notizia per i rossoneri è anche che Donnarumma ogni partita che gioca perde percentuali di valutazione e quindi non sarà facile fare cassa al termine del campionato.

La nota veramente dolente riguarda il Napoli che acciuffa il pareggio, 1-1, a fatica e qui davvero la pochezza della rosa mostra tutti i suoi limiti.

Davide può abbattere Golia in una partita secca, non in una serie interminabile di logoranti scaramucce.

Facciamo le previsioni per l’Europa: passerà la Lazio, a casa la Roma e incerta la Juve. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Il Mago di OZ

Dovendo scegliere uno pseudonimo con cui firmare gli articoli, cosa che non faccio per lucro, ho deciso di usare il titolo del celebre romanzo per bambini di Baum per due motivi: il primo perchè sono le iniziali del mio nome e cognome e il secondo perchè, come il mago della storia, mi piace, SENZA INVENTARE NULLA, aiutare le persone a tirare fuori quello che già possiedono dentro di loro, spesso senza saperlo