Serie A: la situazione delle big a -12 al via del campionato

mancano 12 giorni al via della Serie A. A che punto staranno le grandi squadre del nostro campionato?

Ormai manca poco al via della Serie A e alla chiusura del mercato e le grandi si apprestano a risolvere gli ultimi dettagli per arrivare a raggiungere i propri obiettivi. Le ultime amichevoli, gli ultimi acquisti, gli ultimi allenamenti per poi partire già subito il 18 Agosto con la prima di campionato. Ma andiamo a rivivere il mercato e il precampionato delle più gettonate del nostro campionato.

Inter: a riveder le stelle

Napoli

Si esatto proprio così, “a riveder le stelle”, quelle stelle sulla maglia che indicano gli scudetti vinti, quelle stelle che significano guardare e puntare in alto. Proprio quello che stanno facendo i nerazzurri che, con questo mercato, sulla carta, scavalcano anche il Napoli del tanto vittorioso Carlo Ancelotti, rimanendo ancora qualche passo sotto la Juventus che ha un certo CR7 in squadra. Allora ecco che l’Inter vuole arrivare anche a livello della Juventus , o quasi, puntando forse al centrocampista più forte del momento. Si proprio lui che ha portato la sua Croazia in finale ai Mondiali di Russia quest’anno, e vincitore di tante Champions al fianco di quel Ronaldo che ora indossa una maglia a strisce bianche e nere. Luka Modric è il sogno dei tifosi interisti e anche di Luciano Spalletti, come ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport dopo la partita vinta per 1-o contro il Lione con la rete di uno dei nuovi acquisti, ovvero Lautaro Martinez, che si sta mettendo in mostra per guadagnare un posto da titolare al fianco del suo connazionale Mauro Icardi. Insomma Inter che sogna insieme ai propri tifosi e che, fino ad ora, si piazza al secondo posto in una classifica virtuale del campionato per il mercato svolto in questa sessione.

Juventus e il sogno Champions

Napoli

Il mercato della Juventus? non molti acquisti anzi solamente 3 quelli veramente importanti, ma valgono per 6 considerando che tra questi c’è CR7. Juve che ormai non sembra più puntare allo scudetto dopo che ne ha vinti 7 consecutivamente, ma punta al sogno Champions. Allora si va sul mercato per comprare non giovani promettenti, ma giocatori d’esperienza e di carattere. allora ecco Emre Can dal Liverpool a parametro 0, ecco il ritorno di Leonardo Bonucci, anche per mettere a suo posto un bilancio condizionato dall’acquisto più importante del secolo probabilmente, sapete ormai di chi sto parlando. Allora ecco una Juve che non cambia quasi niente e che mette Ronaldo al posto di Higuain, Bonucci che torna a casa sua come tornerà la BBC, ed Emre Can per il centrocampo a dare una mano.

Napoli: tutto da rifare

Napoli

Napoli che porta sulla propria panchina uno degli allenatori più vincenti in Europa. Vincente si ma.. Ecco riflettiamo su questo “ma”. Ancelotti ovunque abbia allenato aveva una squadra di campioni, vincenti, esperti che lui doveva solo mandare in campo. A Napoli non ci sono anche per un mercato al momento insufficiente per i tifosi azzurri. Mister Carlo è contento di questa squadra giovane e volenterosa ma il lavoro da fare sarà tanto. Il Napoli si può dire ancora a 0 o, se dobbiamo trovare una scusante, si può dire stanca dal ritiro di Dimaro. Questo si è potuto notare nella partita persa per 5-0 contro i reds vice-campioni d’Europa. Ora non sto a riepilogare gli errori tecnico-tattici di un Napoli che si può giudicare quasi inguardabile se paragonato a quello dell’anno scorso. Certo siamo solo all’inizio, anzi nemmeno. Ma se i tifosi appendono striscioni di contestazione nei confronti di un presidente, beh un motivo ci sarà. Certo l’aria che tira in città non è delle migliori e, a rianimarla, ci dovrà pensare De Laurentiis, con qualche colpo di mercato, e la squadra con almeno un buon risultato nelle prossime due amichevoli contro Dortmund e Wolfsburg.

Roma: mercato movimentato

NapoliEcco la squadra più attiva sul mercato. Solo 2 i grandi addii ( Alisson per 75 milioni e Nainggolan per 28 milioni ) ma con 12 acquisti. Pastore e Olsen i più importanti chiamati a sostituire Alisson e Nainggolan. Ma Monchi non si ferma qui e ha intenzione di concludere questo mercato con l’arrivo di un altro centrocampista con caratteristiche fisiche e da regista. Al momento si fa il nome di N’Zonzi ma il Siviglia chiede troppo. Quindi mercato giallorosso ancora aperto e pronto a tutto con l’obiettivo di qualificarsi per la prossima Champions e, perchè no, di dar fastidio alle Juventus in chiave scudetto.

Milan: rivoluzione completata

Napoli

Il Milan cambia completamente rispetto a quello della passata stagione. Sul mercato non molti movimenti. Solo 3 gli acquisti di cui 2 importanti, ovvero Higuain e Caldara dalla Juventus nell’affare con Bonucci. Molti più movimenti all’interno della società che va nelle mani del fondo Elliott che rivoluziona molte cose. Paolo Scaroni diventa nuovo Presidente del Milan ma non solo. Cacciato Fassone, il ruolo di direttore sportivo va a Leonardo che porta subito Higuain e Caldara. Altro colpo in società, che verrà presentato oggi, è il ritorno di Paolo Maldini come direttore sviluppo strategico area sport. Insomma un Milan che sul mercato ha fatto poco ma giusto dato i soldi spesi l’anno scorso. Ma un Milan completamente nuovo a livello societario.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Follow Me: