Si chiude il Camp Jeep 2019 con un’edizione da record

Record nei numeri e nelle sorprese che ha riservato agli appassionati questa edizione 2019 del Camp Jeep, da poco conclusosi a San Martino di Castrozza.

Record nei numeri e nelle sorprese che ha riservato agli appassionati questa edizione 2019 del Camp Jeep, da poco conclusosi a San Martino di Castrozza. Nel mezzo infatti di un raduno che è stato in grado di attrarre oltre 700 suv Jeep e 1.500 appassionati provenienti da tutta Europa con le loro famiglie, è stato anche presentato il nuovo fuoristrada Gladiator, che arriverà nel vecchio continente la prossima primavera. Andiamo a scoprirne tutti i dettagli.

Camp Jeep 2019: tutte le novità

Red carpet al Camp Jeep 2019 di San Martino di Castrozza per la Jeep Gladiator, presentata per la prima volta in Europa dopo il debutto al Salone invernale di Los Angeles del 2018 e dopo l’annuncio di futuri piani per rendere il marchio più green. Tra esposizioni e prove fuori-strada, Jeep  celebra con il Gladiator il suo rientro nel settore del pick-up dopo un’assenza lunga 27 anni. Ma non sono mancate al Camp Jeep tutte le novità della casa americana: dalla Wrangler, ormai iconica, al Cherokee nelle sue due nuove versioni, alla Compass per arrivare infine all’apprezzatissima Renegade. Ha colpito particolarmente il pubblico il Grand Cherokee nella nuova versione Trackhawk, con 710 cavalli e un nuovo motore da 6,2 litri, 8 cilindri a V. Splendida figura anche quella della nuova Wrangler 1941 disegnata da Mopar, marchio che FCA ha destinato proprio ai servizi e ai prodotti post-vendita delle auto dell’intero Gruppo. L’allestimento è totalmente street legal per quanto riguarda le Jeep Performance Parts, con una trazione stabilmente integrale sulle 4 ruote. In dotazione troviamo questa volta l’assetto rialzato da 2 pollici in kit, i battitacco neri, insieme a paraspruzzi e sportellino carburante, performance rock rails e, su richiesta, i tappetini all weather e snorkel. A richiesta anche la grafica che riporta la data della nascita della Willys, il 1941 appunto, su cofano, cambio e cerchi.

In un mercato in calo Jeep continua la sua crescita

Per quanto il mercato auto continui a vivere una fase di crisi nelle vendite, soprattutto del nuovo, la Jeep non solo resiste, ma fa segnare una crescita anche per il mese di giugno, insieme ad un incredibile numero di immatricolazioni nel resto d’Europa dove invece il mercato dell’auto in genere è andato giù per il 7,9%. Nessun problema invece per il marchio posseduto dal gruppo Fiat, dato che le Jeep in vendita risultano tra i SUV più ricercati anche online, nonché tra i favoriti dagli amanti della categoria grazie alle loro prestazioni. Intanto, dalla nota di FCA, risulta chiaramente che in Europa le uniche sigle a crescere sono quelle della Jeep e della Lancia. L’aumento infatti delle immatricolazioni delle auto del gruppo in Germania è arrivata all’1,7%, considerando solo il primo semestre di questo 2019. Grande il successo anche in Polonia, che segna un incremento, sempre nel semestre, dell’11,7%, trainato da un 40,4% dell’ultimo mese. Solo il marchio Jeep aumenta dell’1,5% nel mese di giugno, a coronare comunque un successo che ha visto nell’intero semestre crescere le vendite del 6%, facendo molto bene in Italia con un +9% a giugno, l’1,6% in Francia e il 3% in Spagna. Ottima la performance anche della Lancia, che chiude giugno con un +7,6% e un +27,4% in tutto il trimestre, mentre la Fiat 500, sempre secondo FCA, registra il miglior semestre fuori dai confini nazionali, assorbendo il 16,5% del mercato.

Questa edizione record del Camp Jeep non è stata, dunque, che una meritata conferma del grande successo che il marchio sta avendo in tutta Europa in questo 2019.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.