Si può passare da Ape volontario ad Ape sociale?

E’ possibile passare dall’Ape volontario all’APe sociale? Vediamo cosa prevede la normativa di riferimento.

Ape sociale e Ape volontario sono due misure che permettono il pensionamento anticipato a determinate categorie di lavoratori. Mentre l’Ape volontario è in scadenza il prossimo 31 dicembre 2019, l’Ape sociale è stato prorogato anche per il 2020. E’ possibile passare da una misura all’altra? Vediamo cosa stabilisce la normativa al riguardo.

Passaggi Ape volontario ad Ape sociale: consentito?

Una nostra lettrice ci scrive:

Buongiorno, 
 
Sono un’insegnante di scuola primaria, ho 63anni,usufruisco ape volontaria da settembre e mi sono dimessa. Chiedo:posso chiedere ape sociale fra 6 mesi poiche’ seguo mia suocera che da novembre ha   invalidita’ al 100%, e’ vedova e i due figli conviventi non possono seguirla x motivi di lavoro, inoltre serve la residenza o basta autocertificazione di convivenza? Grazie. 
 
La normativa dei due anticipi pensionistici non prevede l’esplicito passaggio dall’Ape volontario all’Ape sociale ma posso darle il mio punto di vista in merito. Quando si aderisce all’ape volontario si firma un contratto per l’erogazione di un prestito pensionistico da parte delle banche con il quale, tra l’altro, si presenta anche la domanda di pensione di vecchiaia. A mio avviso, quindi, a meno che non si raggiunge il diritto ad una pensione l’Ape volontario non può essere abbandonato fino al raggiungimento della pensione di vecchiaia, prestazione a garanzia del prestito ricevuto.
L’APe sociale, tra l’altro, prevede che non possa farne richiesta colui che già percepisce pensione diretta e, vedendo l’Ape volontario come un anticipo della pensione di vecchiaia, quindi, la misura inibisce l’accesso all’APe sociale.
Tra l’altro i requisiti di accesso all’Ape sociale come caregiver prevedono che il lavoratore al momento della domanda debba prendersi cura da almeno 6 mesi di un familiare convivente. Lei al momento, però non risulta essere un lavoratore, bensì una pensionata. Per tali motivazioni ritengo non possa avvenire il passaggio che lei auspica.
In ogni caso le consiglio di rivolgersi ad un patronato o un professionista abilitato per avere maggiori chiarimenti in merito.

Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.