Si riparte: 18 maggio apertura di bar, ristorante, parrucchieri, l’Italia si sblocca

L’Italia riparte, il 18 maggio apriranno tutte le attività: bar, ristoranti, parrucchieri e centri estetici, tutto in piena sicurezza e sotto la responsabilità delle Regioni, le ultime novità.

Via libera alle aperture al 18 maggio, è arrivato l’Ok dal Governo e tra giovedì e venerdì arriveranno le linee guida per consentire alle Regioni di riaprire in piena sicurezza. Il 18 maggio riapriranno tutte le attività: bar, ristoranti, centri estetici e parrucchieri. 

Si riapre: il 18 maggio 2020 sarà una giornata che ricorderemo come la ripartenza dell’Italia

La riapertura di tutte le attività è emersa dall’incontro tra governo e Regioni. Le attività potranno riaprire in piena sicurezza, il ministro delle Autonomie, Francesco Boccia, ha affermato che inizia la fase delle responsabilità delle Regioni. 

Le Regioni hanno piena autonomia nella riapertura di tutte le attività ma il governo potrà intervenire nel caso in cui aumenti la curva del contagio come definito dalla circolare del ministero della Salute, per bloccare ed evitare la diffusione del coronavirus. 

Bloccati ancora i confini interregionali, che sono ancora in discussione tra governo e Regioni. 

Il premier Conte ha accolto la richiesta di autonomia delle Regioni per gestire la Fase 2. Dal 18 maggio 2020 si potranno aprire le attività secondo la responsabilità delle Regioni e soprattutto in base alle esigenze del territorio. Ci sarà un monitoraggio continuo e costante. Ci vorrà molto buon senso, da parte dei cittadini e dei relativi comuni. Il virus non è debellato, bisogna fare molta attenzione ed evitare una nuova ondata. 

Fase 2 a pieno ritmo: in Alto Adige approvata legge provinciale

In Alto Adige da ieri aperti tutti i negozi, bar, parrucchieri e ristoranti. Si ritorna ad una vita quasi normale, con responsabilità  e con tutte le precauzioni stabilite dal ministero della Salute. I saloni estetici e parrucchieri potranno optare per l’orario prolungato dalle 7 alle 21,00 per evitare assembramenti e accontentare i clienti. I parrucchieri dovranno indossare le mascherine Ftp2, mentre per i clienti basterà proteggersi con qualsiasi tipo di mascherina. 

Inizialmente i ristoranti lavoreranno d’asporto, per poi riprendere l’attività con il servizio ai tavoli con una distanza minima di due metri fra un tavolo e l’altro. Anche in queste attività l’obbligo della mascherina. 

Via libera anche ai musei, con il lunedì giorno di chiusura come di consuetudine. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”