Silvio Berlusconi in piazza con Salvini il 19 ottobre, per lo sfratto al Governo

Silvio Berlusconi ha annunciato che il 19 ottobre sarà anche lui in piazza con Matteo Salvini a difendere la libertà.

Silvio Berlusconi ha annunciato che il 19 ottobre sarà anche lui in piazza con Matteo Salvini a difendere la libertà. Forza Italia parteciperà alla manifestazione organizzata dalla Lega a Roma contro il governo, Berlusconi ha cambiato idea, dopo aver sentito le minacce di carcere da parte del governo.

Il presidente di Forza Italia, ha precisato che è importante protestare, inoltre: “Vedremo i risultati delle elezioni regionali. Solo se ci fosse una clamorosa vittoria del centrodestra, allora il capo dello Stato si dovrebbe accorgere che la maggioranza del palazzo è diversa dalla maggioranza del Paese“.

In questo caso la caduta del Governo sarebbe possibile e ci sarebbero nuove elezioni. Anche se spiega: “Purtroppo, penso che ci siano molte probabilità che questo governo arrivi alla fine della legislatura perché il potere è un grande collante. Poi vogliono evitare che si torni a votare perché vinceremmo noi“.

Matteo Salvini lancia un appello preciso a tutti i cittadini: “È ancora più importante essere in piazza a Roma, il 19 ottobre, per mandare l’avviso di sfratto a questi traditori sia dal governo dell’Umbria che da quello del Paese”.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Angelina Tortora

Proprietaria, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”