Single o sposati? La scienza spiega cosa sia meglio

Meglio essere single o essere sposati? Sembrerebbe una domanda sciocca, ma non tanto se vi decissimo che anche la scienza si è occupata di rispondere a questo dilemma che affligge il genere umano. Ecco quindi i risulati che tanto aspettavamo.

E’ una domanda che affligge l’intera razza umana dall’origine: è meglio essere single o sposati? Se da una parte l’uomo ha sempre tentato di dare una risposta basandosi sia sui propri sentimenti sia grazie alla logica e alla ragione, adesso è la scienza che corre in nostro aiuto! Ci siamo sempre chiesti se il matrimonio, oltre alle grandi spese economiche, portasse qualcosa di positivo. Ma anche: è possibile rimanere single per tutta la vita senza aver bisogno di nessuno? Quante volte ci siamo posti queste domande sia nel primo caso che nel secondo. Scopriamo cosa vuol dirci la scienza.

Le malattie del cuore: meglio single o sposati?

La Lagone Medical Center della New York University ha condotto una ricerca da non prendere alla leggera per chi soffre di cuore. Sì, mi rivolgo a voi amici cardiopatici, ascoltate bene: essere sposati fa bene al vostro cuore! Dalla ricerca di questi studiosi si evince che il rischio di avere malattie cardiovascolari si abbassa al 5% per chi è sposato, rispetto a chi è single. Questo perché? L’intimità fisica, mentale, il legame familiare con le famiglie ed il supporto morale e psicologico, vadano ad abbassare la pressione sanguigna, così il sistema cardio-circolatorio resta intatto. Ma, attenzione, qualora il matrimonio, al contrario, sia tutt’altro che questo, allora gli effetti positivi non si riscontrano. E’ necessario avere un buon rapporto con l’altra persona ed esserne felici. Amici single, non vi angosciate! E’ possibile evitare queste malattie avendo anche buoni rapporti con la vostra famiglia e con i vostri amici. L’importante è non avere stress e stare bene con gli altri.

La salute della mente: meglio soli o no?

Robin Simon, professore e sociologo della Wake Forest University, sostiene che il matrimonio possa migliorare la salute mentale, sebbene l’altro partner possano farci impazzire! E’ più frequente la depressione e l’utilizzo di droga da parte dei single, rispetto a chi è in coppia. Non facciamo di tutta un’erba un fascio: ovviamente i single non devono accalappiarsi qualcuno solo per garantire la salute mentale. Come abbiamo detto sopra, è essenziale che l’individuo, solo o meno, abbia buoni rapporti con chi gli sta intorno, dalla famiglia agli amici, dai colleghi ai conoscenti.

Diventare obesi: è legato solo al matrimonio?

Ebbene sì, abbiamo trovato un lato negativo del matrimonio. Questo colpisce soprattutto gli uomini, che dopo essersi accasati, mettono su quel chilo di pancetta. Il 25% di loro ha la possibilità di andare incontro all’obesità rispetto ad un uomo single. Questo deriva dal fatto che una volta scelta la preda ed averla sposata, sia per le donne che per gli uomini, ci lasci andare, ci si curi di meno e ci si trascuri. Non deve essere per forza così: il piacere a sé stesso permette di piacere agli altri e continuare un rapporto affiatato.

La vita si allunga di più se siamo soli o in compagnia?

Un altro punto alle coppie sposate. Dedicarsi a qualcuno oppure essere l’oggetto di attenzioni di qualcuno permette di allungare la vita. Questo giova soprattutto agli uomini. Non si tende al suicidio, i controlli dal medico sono più frequenti, si sta attenti alle medicine da prendere, dopo un intervento chirurgico ci si riprende prima dato che si ha una persona che ci cura. Accade questo, però, solo se vive un matrimonio felice, attenzione no rose e fiori, ma soddisfacente. I single anche possono mirare ad una vita lunga, prestando attenzione alla loro salute.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.