Sintomi del cancro visibili dalle mani: ecco di cosa si tratta

Uno studio effettuato da ricercatori britannici ha di recente rilevato che i sintomi del cancro sono rilevabili dalle mani: ecco di cosa si tratta.

Uno studio effettuato da ricercatori britannici ha di recente rilevato che i sintomi del cancro sono rilevabili dalle dita ingrossate e unghie bombate e lucide. Questo è solo uno studio e non ci si può fare affidamento al 100 per cento. Secondo questo studio effettuato da scienziati britannici, se il paziente nota un calo improvviso del peso corporeo; è inappetente oppure prova repulsione a mangiare la carne; deve rivolgersi immediatamente a un oncologo.

Altri sintomi preoccupanti, sempre da come riporta lo studio, sono le unghie come il vetro di un orologio, le dita sottili come bacchette di una batteria. Questa tesi era già riscontrata da vecchi professori che hanno studiato i sintomi delle patologie oncologiche.

Altri fattori preoccupanti sono: pelle pallida, febbre persistente senza cause apparenti, stanchezza generale.

Sono sintomi molto generali e comuni, solo un’indagine approfondita e individuale può rilevare effettivamente se c’è da preoccuparsi.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”