Soldi alle imprese, si parte con i prestiti garantiti

Al via i soldi alle imprese, parte finalmente il decreto liquidità, ecco le ultime novità.

Oggi atteso il via libera dell’Unione Europea sugli aiuti di Stato. Poi tra stasera e domani verrà pubblicato il regolamento della Sace che chiarirà le modalità di azioni per le banche. Il tutto dovrebbe partire in una settimana con la richiesta dei finanziamenti coperti da garanzia statale.

Soldi alle imprese: Mef, Inps e banche hanno lavorato anche a Pasqua

I tecnici sono al lavoro anche per snellire l’iter che consente il via libera alla garanzia.

Le imprese lanciano un allarme molto foreste e chiedono che la liquidità si a concessa in tempi brevi per poter far fronte alle difficoltà generare dal coronavirus.

I lavori non si sono fermati  nel fine settimana di Pasqua: Mef, Inps e banche hanno lavorato per cercare di accelerare i pagamenti del bonus di 600 euro e la cassa integrazione.

Al momento le domande di richieste di garanzia sono 8.697 per i prestiti alle PMI, mentre sono state presentare 660mila istanze per professionisti, imprese e famiglie per moratorie sui prestiti.

Il decreto liquidità per accelerare i tempi e dare respiro alle aziende ha avviato un provvedimento “autoapplicativo” che taglia tutti i passaggi e la burocrazia, questo si  è reso indispensabile per rendere esecutiva la misura in tempo di record.

Sospensione mutuo “prima casa”

Fra i vari finanziamenti sospesi ci sono anche i mutui prima casa tutelati dal fondo Gasparrini per circa 3 miliardi di euro.

Bisogna precisare che la sospensione delle rate del mutuo “prima casa”, non è automatica, va presentata una dichiarazione. Il sito della Consap fornisce chiarimenti sul potenziamento del Fondo Gasparini dedicato ai proprietari di immobili con residenza principale “prima casa” che si trovano in difficoltà per le ristrettezze imposte per l’emergenza coronavirus.

Per approfondire la notizia, consigliamo di leggere: Sospensione mutuo anche per i morosi fino a 90 giorni

Decreto legge 23/2020

L’Agenzia delle entrate ha pubblicato sul suo portale le disposizioni contenute nel decreto legge n. 23/2020, specificando le misure urgenti sotto l’aspetto fiscale e interventi peer le imprese. Nel dettaglio sono 11 i punti che partono dalla sospensione delle imposte fino ad arrivare al credito d’imposta per spese di sanificazione e acquisto dei dispositivi di protezione e sicurezza. 

Decreto legge 23/2020: 11 misure che vanno dalla sospensione e riduzione tasse al modello 730


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”