Soldi alle piccole e medie imprese fino a 100mila euro, la domanda tramite pec

Soldi alle piccole e medie imprese fino a 100mila euro, la domanda deve essere inoltrata tramite pec. I fondi stanziati dalla Regione Puglia serviranno a riorganizzare lavorative le aziende.

Soldi alle piccole e medie imprese per far crescere le aziende sotto il profilo di rendimento economico, riorganizzando l’attività lavorativa posizionando al centro del progetto il lavoratore e la conciliazione di vita – lavoro. La Regione Puglia ha pubblicato un avviso rivolto alle piccole e medie imprese per venire incontro le aziende nel lavoro favorendo una nuova organizzazione e migliorando la cultura e l’orientamento del lavoro e il benessere del lavoratore e della famiglia. I soldi stanziati per favorire la realizzazione di questi de avvisi sono circa 16 milioni di euro.

Soldi alle imprese fino a 100mila euro

Il sito della regione Puglia riporta che il primo Avviso: “Attivazione di un Piano di Innovazione Family friendly nelle PMI” è rivolto alla PMI ed è relativo alla promozione del welfare aziendale e di nuove forme di organizzazione del lavoro family friendly (a valere sulle risorse del FSE, azione 8.6b del PO Puglia 2014-2020 (Burp n. 53 del 16/04/2020 – D.D. 195).

Le domande saranno considerate fino all’esaurimento scorta, le risorse impegnate in questo progetto sono pari a 14.500.000 euro.

L’assessore al Welfare della Regione Puglia Salvatore Ruggeri, ha dichiarato che la finalità di quest’avviso è rivolta alle aziende che intendono riorganizzare il lavoro, improntandolo con flessibilità di entrata ed uscita, orari a menù, oppure attraverso nuove modalità di lavoro, come telelavoro o smart working.

Per l’emergenza coronavirus molte le aziende che hanno dovute rivedere la loro organizzazione interna e questi soldi permetteranno alle piccole e medie imprese di trovare il giusto equilibrio con un’organizzazione lavorativa mirata al miglioramento della produttività aziendale e la conciliazione vita – lavoro.

Finanziamento spese: dall’80% al 100%

Il progetto ha una durata di 18 mesi non potrà superare l’importo di 100mila euro.

I soldi serviranno a finanziare l’80% della spesa per la redazione e l’implementazione del Piano di Innovazione Family friendly e fino al 100% della spesa per la formazione, propedeutica alla realizzazione del Piano.

Soldi alle imprese: ecco dove inviare la domanda  tramite pec

Possono presentare domanda le Piccole e medie imprese con sede legale e operativa in Puglia, inviando la richiesta alla Regione Puglia, Sezione Promozione della Salute e del Benessere – Servizio Minori Famiglie e Pari Opportunità, con la documentazione necessaria, in formato “pdf” e sottoscritta con firma digitale, in corso di validità, dal Legale Rappresentante.

Documenti che bisogna allegare alla domanda

Questa la documentazione da inviare:

√ domanda di contributo
√ proposta progettuale, contenente la descrizione del Piano di Innovazione Family friendly
√ dichiarazione sostitutiva di notorietà attestante il possesso dei requisiti di ammissibilità
√ dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà attestante l’assenza di condizione ostative la presentazione dell’istanza di candidatura
√ dichiarazioni sostitutive di notorietà per la concessione di aiuti in “de minimis”,
√ copia Documento di Identità del Legale Rappresentante e di ciascun altro soggetto componente l’organo amministrativo che detenga poteri di rappresentanza del Soggetto proponente.

 
Tutta la documentazione, reperibile sul portale della Regione Puglia, deve essere indirizzata alla pec: servizisociali_pariopportunita@pec.rupar.puglia.it, indicando come oggetto: Candidatura per Avviso Pubblico: “Attivazione di un Piano di Innovazione Family Friendly nelle PMI” POR Puglia 2014-2020 – Sub-Azione 8.6.b.W


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”