Soldi gratis a tutti con l’helicopter money: la crisi si batte spendendo denaro

L’ipotesi per rilanciare l’economia è quella di regalare soldi a tutti, ma solo spendendoli in beni o servizi l’obiettivo si realizzerebbe.

Aiutare l’economia regalando soldi a tutti. Questa l’ipotesi che sta prendendo piede negli ultimi periodi sta prendendo piede tra gli economisti i quali sostengono che per rilanciare l’economia c’è bisogno di spendere. Si torna, quindi, a rispolverare Friedman, il quale aveva avanzato la proposta dell’Helicopter money, ovvero lanciare soldi nelle mani dei cittadini (ovviamente non da un elicottero, che rappresenta, però, bene l’idea) per dar loro modo di spendere e rilanciare un’economia stagnante.

Soldi gratis a tutti? Potrebbe essere un’idea

E così gli economisti propongono, se tutte le altre soluzioni non dovessero dare risultati, di attuare l’utopia di Friedman come cura per il rilancio dei mercati in crisi a causa della pandemia di Covid-19.

Perchè regalare soldi? Al momento la Bce sembra aver messo in campo una politica monetaria che porta ad un abbassamento dei tassi di interesse sui prestiti. Ma non si tratta di un intervento “reale” poichè al momento chi chiederebbe un prestito? Per questo si è pensato all’utopica idea di Friedman per risollevare le aziende una volta usciti dall’emergenza pandemica che stiamo vivendo.  Se alla pandemia si somma anche il fatto che la disoccupazione in Italia e quasi al 10%, la ripresa economica del nostro Paese potrebbe essere assai lenta.

Ma perchè il regalare soldi, come proponeva Friedman, sia utile a risollevare l’economia, è necessario che gli stessi vengano spesi dai cittadini e non risparmiati.

Ma se i soldi non si possono laciare da un elicottero, come si fa a darli direttamente nelle mani dei cittadini? Un modo potrebbe essere la diminuzione delle tasse e allo stesso tempo l’aumento dei sussidi per disoccupati (ma per fare questo sarebbe necessario emettere nuovo debito pubblico; in questo caso i titoli potrebbero essere comprati, però, solo dalla Bce e non dai cittadini stessi).

Un’altra ipotesi sarebbe quella di iniettare liquidità direttamente sui conti correnti dei cittadini (in questo caso il limite è che per trattati la Bce non può intervenire direttamente sulla famiglie).

Quanto è attuabile questa ipotesi? Siamo partiti definendola utopica anche perchè, come abbiamo anticipato, la teoria potrebbe funzionare solo nel caso che i soldi dati gratis a tutti vengano spesi per rilanciare l’economia. Ma che possibilità c’è che tutti gli italiani spendano tali somme in acquisti di beni o servizi? I soldi data ad un popolo che ne è privo (che in questo momento la maggior parte degli italiani provata dalla perdita del lavoro) vengono impegnati per saldare debiti, bollette, tasse arretrate, affitti ecc… e non nell’acquisto di beni e servizi. E in questo caso, quindi, il regalare liquidità ai cittadini non porterebbe ad un rilancio economico.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.