Sondaggi elettorali, quale politico preferisce oggi l’Italiano?

Leggendo i vari sondaggi, ascoltando e leggendo i vari commenti l’italiano tra cui  quello cattolico sembrerebbe preferire e confermare la scelta verso il leader leghista Matteo Salvini.

Leggendo i vari sondaggi, ascoltando e leggendo i vari commenti il popolo italiano tra cui  quello cattolico sembrerebbe preferire e confermare la scelta verso il leader leghista Matteo Salvini.

Sembrerebbe che la maggior parte degli italiani abbia messo da parte i valori di solidarietà e altruismo.”di sinistra” .

Una delle motivazioni del boom di Salvini sarebbe quella che la sinistra non abbia saputo ascoltare il popolo, non abbia saputo interpretare le reali preoccupazioni ed esigenze attuali o che non abbia ascoltato i territori.

Oltre alle varie diatribe tra i leader nazionali che pare soffrano di manie di onnipotenza e narcisismo anche a livello locale le cose non sembrano andare meglio.

sondaggiQuello che mancherebbe di più è la coerenza ma pare che arrabbiati come sono gli italiani, appesantiti da un carico fiscale e maglia burocratica altamente ingarbugliata pur di cambiare non la notino più, quindi abbiamo un meridionale che da sempre è stato oggetto di schermi anche pesanti dai Leghisti che inneggiano ora al leader Salvini.

Abbiamo anche chi si sarebbe messo in politica raccattando poco più di 50 voti che si definiva di sinistra, vicino al popolo, alle imprese e alla famiglie ma nei fatti solo slogan e false promesse. Proprio  queste persone avrebbero alimentato a far avvicinare il popolo alla Lega e a far allontanare i cittadini dai valori etici.

Che fare allora?

Mettere da parte queste persone frutto della frustrazione di mancati traguardi (poltrone) e non smettere mai di leggere ed  informarsi. Informarsi si ma con fonti attendibili e verificate.

Perche?

Secondo i sondaggi pare che l’italiano cada sui luoghi comuni; per la maggioranza degli italiani per esempio gli omicidi sarebbero aumentati mentre nella realtà, dati alla mano, sarebbe il contrario.

I propositi per tutti

Comunque per ogni forza politica dovrebbe essere importante non perdere il termometro della esasperazione dell’Italiano che non riesce a pagare il mutuo perché ha perso la costanza lavorativa e rischia  di perdere la casa oppure di chi l’ha persa e vive in auto magari con fermo amministrativo dell’agenzia delle entrate. Di chi non può curarsi o cessa una cura perché troppo cara. Dei nonni che tra affitto e bollette hanno terminato le pensione già nel giorno di ricezione.  Saper distinguere gli evasori e truffatori da chi non ce la fa proprio ad andare avanti. Non dimenticarsi neanche della giustizia sempre più lenta e sempre più legata ad interessi personali.

 

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Mariangela Palmisano

Guida ed accompagnatrice turistica. Giornalista pubblicista da luglio 2016. Mamma di 3 figli (Cosimo, Anna e Francesco Pio) Presidente de "l'occhiazzurra" una associazione culturale fondata dalla mia defunta cugina la poetessa Angela Palmisano. Amo il mio Paese e non amo le ingiustizie e le persone incoerenti.
Follow Me: