Sondaggi politici elettorali: crolla il “patto generazionale” la svolta?

Per garantire un futuro stabile al Paese è necessario che il governo intervenga su un nuovo patto generazionale.

I sondaggi politici elettorali, oggi si muovono sull’esigenza imposta al governo per la creazione di un nuovo patto generazionale, intravisto come la fonte necessaria per garantire un futuro stabile al Paese. Boccia presidente di Confindustria, durante il meeting tenutosi a Rapallo, ha ribadito il concetto che il governo non può guardare solo alle “pensioni”.  È necessario che intervenga in forma attiva con un nuovo patto generazionale che raggruppi quell’equità smarrita nel tempo, i giovani non credono di dover sostenere quel fardello chiamato “pensioni”.

Sondaggi politici elettorali: i giovani reclamano un patto generazionale equo

Secondo quanto si legge dal “Termometropolitico”, l’Istituto Demos ha avviato un sondaggio in cui si chiedeva a una bella fetta di persone del Nord Est cosa pensassero sulla questione legata al patto generazionale. Sulla scelta delle istituzioni di far pagare ai giovani i contributi per coprire le pensioni degli anziani. Una ricerca che ha ponderato scrupolosamente  4 intervistati su 10, le risposte sono alquanto chiare, quali:

  • il 39% degli intervistati si dice in disaccordo sull’intera questione. I giovani pagano attraverso il loro lavoro i contributi diretti a sostenere le pensioni e l’assistenza degli anziani. Non giusto in virtù di un magro futuro, in bilico sul “punto” pensioni, che in futuro potrebbero risultare ancora più basse di quelle attuali;
  • Il 55% dei giovani si trova pienamente d’accordo in merito al punto in cui i giovani non debbano sostenere le pensioni e l’assistenza agli anziani. Una risposta dettata dall’incertezza pensionistica futura. Dove diventa difficile mantenere almeno i trattamenti attuali.

Archivio (johermol)

In un bilancio di chi è a favore e di chi è contro, il 71% dei disoccupati si dice favorevole che il peso delle pensioni non debba ricadere sui giovani in previsione di trattamenti pensionistici futuristici con una notevole discrepanza. Tutto sommato le risposte ruotano sulla stessa linea: “i giovani non vedono un futuro pensionistico”.

Dall’altra parte il 24% dei pensionati, ovviamente è favorevole che i giovani contribuiscano a sostenere le pensioni e l’assistenza.

Sondaggi politici elettorali Demos: stimato dal 30 marzo al 6 aprile

Per la stesura del sondaggio la Demos ha condotto un’analisi dettagliata a campione su circa 1.066 persone in un intervallo di tempo trascorso dal 30 marzo al 6 aprile 2018. Il metodo di rilevazione utilizzato: CATI, CAMI e CAWI da Demetra. Un’analisi realizzata per fascia geografica comprendente sesso, età ecc. tenendo conto delle possibili variabili socio-demografiche.

Sondaggi Politici Elettorali: La Lega Si Posiziona A Un Soffio Dal M5S, Centrodestra Al 44%, Salvini Fa Paura?

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein