Sondaggi poltici elettorali a 2 giorni dalle Elezioni in Emilia Romagna e Calabria

Poichè siamo nella fase dove vige il divieto di divulgazione di sondaggi relativi all’Emilia Romagna o alla Calabria, in questo articolo ci occupiamo delle intenzioni di voto nazionali dell’istituto Index risalenti al 23 gennaio 2020, visto che potrebbe aprirsi lo scenario di Elezioni Politiche.

Il risultato del voto nelle Elezioni regionali dell’Emilia Romagna del 26 gennaio 2020, potrebbe influire pesantemente sulle sorti del Governo giallorosso, soprattutto se a trionfare sul candidato di centrosinistra Stefano Bonaccini, Presidente in carica, sarà Lucia Bergonzoni, candidato leghista appoggiato da tutta la coalizione di centrodestra. Poichè siamo nella fase dove vige il divieto di divulgazione di sondaggi relativi all’Emilia Romagna o alla Calabria, in questo articolo ci occupiamo delle intenzioni di voto nazionali dell’istituto Index risalenti al 23 gennaio 2020, visto che potrebbe aprirsi lo scenario di Elezioni Politiche.

Ultimi sondaggi elettorali Index per le Elezioni Politiche: Lega e FDI in rialzo

La Lega di Salvini resta saldamente il primo partito italiano con un consenso del 31,8, registrando una crescita dello 0,3% rispetto alla rilevazione della settimana scorsa. In calo di 2 decimi il PD che scende al 18,7%, gli stessi che recupera il M5S attestandosi al 16,0%. Continua a salire Fratelli d’Italia (+0,4%) che passa al 10,9%, lieve flessione dello 0,1% per Forza Italia al 6,5%. Perde anche Italia Viva (-0,2%) che scende al 4,2%.

Altri di Sinistra al 2,9%, Azione di Calenda al 2,2% e +Europa all’1,7%, crescono tutti dello 0,1%. In calo di 1 decimo i Verdi che flettono all’1,9%, Altri 2,3% (-0,6%). La categoria di elettori inclusa negli indecisi/non voto è pari al 37,3%.

Le Intenzioni di voto nazionali hanno rispondenza con il voto in Emilia Romagna?

Sebbene si tratti di Elezioni molto attese, visto che parliamo di una Regione Rossa da sempre, è palese che il loro esito non sarà comparabile con quello eventuale nazionale. Dagli ultimi sondaggi elettorali effettuati da molti istituti e divulgati prima dell’entrata in vigore del loro divieto, è parso molto chiaro come il 90% dei voti circa, possa essere concentrato tra Bonaccini e Borgonzoni con un duello testa a testa. Simone Benini candidato del Movimento 5 Stelle, svolgerà solo il ruolo di ago della bilancia, d’altronde è risaputo come nelle Amministrative i 5 Stelle ottengano risultati nettamente inferiori a quelli delle Politiche.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube