Sospesi i test sul vaccino di Oxford per una sospetta reazione avversa

Sospesi i test clinici sul vaccino Sviluppato ad Oxford, la decisione è stata presa dall’azienda farmaceutica AstraZecena

L’azienda farmaceutica italiana AstraZeneca, responsabile della produzione del vaccino sviluppato ad Oxford, ha fatto sapere di aver momentaneamente sospeso tutti i test clinici può farmaco. La causa potrebbe essere una reazione avversa in un volontario britannico. 

Vaccino di Oxford, sospesi i test

Il vaccino sviluppato nei laboratori dello Jenner Institute dell’Università di Oxford era quello che, fra tutti, aveva fatto maggiormente sperare. Le prime fasi della sperimentazione clinica sui volontari avevano dato risultati incoraggianti. I 1087 pazienti che si erano sottoposti ai test, infatti, avevano reagito positivamente alla somministrazione del farmaco. Gli effetti collaterali fino ad oggi riscontrati erano stati semplicemente una normale febbre e malessere diffuso. 

Il colosso farmaceutico AstraZeneca, tuttavia, ha deciso di sospendere i test dell’ultima fase della sperimentazione clinica di ChAdOx1 nCoV-19. L’annuncio è arrivato dopo che uno dei volontari ha accusato una seria reazione avversa. Non è inconsueto, durante lo sviluppo di un farmaco, sospendere per un periodo la sperimentazione, al fine di rivederne la sicurezza e l’affidabilità. 

Come funziona il vaccino di AstraZeneca

Il vaccino si avvale di un vettore virale di scimpanzé, dotato di un deficit di replicazione che si basa su una versione più debole del virus del raffreddore. L’adenovirus contiene il materiale genetico della proteina spike Sars-Cov-2. Con la vaccinazione si produce la proteina spike superficiale, che attiva il sistema immunitario per contrastare il coronavirus, qualora questo infetti l’organismo. 

Nonostante la reazione avversa al farmaco si sia presentata solo su un volontario su 50mila soggetti testati, l’azienda ha deciso comunque di sospendere i test. Secondo gli esperti una simile decisione potrebbe, tuttavia, determinare un certo timore da parte delle persone ad utilizzare il farmaco, anche se questo venisse approvato. Intanto, dopo l’annuncio della sospensione della sperimentazione clinica, il titolo di AstraZeneca è calato in Borsa del 6%. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp