Speciale pensioni: a 56 e 61 anni, con 40 anni di contributi, contributi volontari, quota 100

Riassumiamo tutte le possibilità di quiescenza grazie alla normativa attualmente in vigore. Vediamo quali alternative di pensionamento abbiamo nel 2019 e nel prossimo futuro. Tutte le novità previdenziali.

Dedichiamo questa speciale rassegna del 29 novembre 2019, soltanto alle pensioni per riassumere tutte le possibilità di quiescenza grazie alla normativa attualmente in vigore. Vediamo quali alternative di pensionamento abbiamo nel 2019 e nel prossimo futuro. Tutte le novità previdenziali.

Tutto pensioni

Pensione anticipata

Moltissimi sono i lettori che ci scrivono per avere una consulenza sulla possibilità di pensionamento, sulla miglior misura da utilizzare per una quiescenza più veloce e su eventuali penalizzazioni. Premettendo che non siamo in grado di fare proiezioni sull’importo della futura pensione, dipendendo da troppi fattori a noi ignoti, procediamo a dare dei chiarimenti su pensione anticipata contributiva, pensione quota 41 caregiver e pensione di vecchiaia anticipata per i lavoratori invalidi.

Per approfondire: Pensione anticipata contributiva, di vecchiaia anticipata e quota 41 caregiver: i chiarimenti

Pensione a 61 anni

Accedere al pensionamento prima del compimento dei 67 anni è possibile anche se sono richiesti, dalle diverse misure che lo permettono, requisiti piuttosto precisi che non a tutti consentono la quiescenza anticipata. In alcuni casi, quando i contributi maturati sono troppo pochi, infatti, l’unica alternativa è quella di attendere il pensionamento di vecchiaia.

Per leggere tutto: In pensione a 61 anni con 28 anni di contributi: quale misura è la più veloce? 

Pensione 40 anni di contributi

La normativa vigente prevede diverse misure che permettono l’anticipo pensionistico e, quindi, la quiescenza prima del compimento dei 67 anni di età. Alcune oltre al requisito contributivo richiedono anche un “paletto” anagrafico riducendo, in questo modo, drasticamente la platea dei possibili destinatari della misura. Vediamo, con 40 anni di contributi quali sono i tipi di pensionamento possibili.

Per leggere tutto: Pensione: quale misura con 40 anni di contributi?

Pensione a 56 anni

Esiste una misura previdenziale appositamente mirata agli invalidi con percentuale pari o superiore all’80% che permette un pensionamento con 11 anni di anticipo per le donne e con 6 anni di anticipo per gli uomini. La pensione di vecchiaia anticipata, a fronte di 20 anni di contributi, permette il pensionamento a 56 anni per le donne e a 61 anni per gli uomini. Vediamo di cosa si tratta e chi può beneficiarne.

Per approfondire: Pensione di vecchiaia anticipata a 56 anni per le donne: attenzione non per tutte

Quota 100

Per chi percepisce la quota 100 c’è il divieto di lavorare, fino al compimento delll’età prevista per la pensione di vecchiaia. Ma dobbiamo dire che tale divieto non è totale, in quanto il pensionato può percepire un reddito lavorativo autonomo nei limiti di 5.000 euro annui. Inoltre, l’Inps ha reso noto che ci sono dei redditi che sono pienamente compatibili con la quota 100. Il pensionato che riceve un reddito di lavoro è obbligato a presentare una dichiarazione tramite un apposito modulo messo a disposizione dall’Inps, “Modulo AP 139”, altrimenti rischia la sospensione della pensione.

Per saperne di più: Pensione Quota 100 per chi lavora? I chiarimenti

Contributi volontari

Per chi ha perso il lavoro o per chi ha cessato l’attività e necessita di qualche anno di contribuzione per raggiungere il requisito di accesso alla pensione, la soluzione ideale potrebbe essere quella di chiedere l’autorizzazione ai versamenti volontari che permetto di aumentare la propria contribuzione onerosamente anche non prestando attività lavorativa. Ma quanto costa versre i contributi volontari?

Per approfondire: Versamento contributi volontari: quanto costa ogni anno?

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.