Speciale pensioni, TFS, ISEE, Invalidità e legge 104, Successione, Lavoro, tutte le novità della giornata

Rassegna su: Speciale pensioni, TFS, ISEE, Invalidità e legge 104, Successione e separazione, Lavoro dei sogni, tutte le novità della giornata.

Rassegna di oggi 19 settembre 2019 su: Speciale legge 104 (congedo straordinario e quando conviene fare ricorso per invalidità); Il lavoro dei sogni; Speciale pensioni (ampia panoramica di tutte le misure pensionistiche e le varie criticità); Successione e separazione; Compilazione DSU per valore ISEE; Anticipo TFS come fare domanda; tutte le novità della giornata.

Speciale legge 104

Congedo straordinario

Il congedo straordinario retribuito legato alla legge 104 e regolato dalla legge 151/2001, permette al lavoratore dipendente che assiste un familiare con handicap grave di assentarsi dal lavoro per un massimo di 2 anni, percependo un’indennità, per la cura del disabile. Ma è bene sapere che non tutti i familiari possono fruire indistintamente del beneficio, vediamo perchè. Leggi la notizia completa qui: Congedo straordinario retribuito per la sorella: quando è possibile?

Invalidità e legge 104: quando conviene fare ricorso

Il Riconoscimento dell’invalidità con una percentuale tale da aver diritto alle agevolazioni sia ai fini fiscali che pensionistici, è sempre più difficile. I pareri delle Commissioni mediche sempre più superficiali tale da dover fare ricorso per far valere i propri diritti con estenuanti e lunghe procedure legali. Leggi la notizia completa qui: Invalidità e legge 104 con handicap grave, conviene fare ricorso

Assegno invalidità, inabilità e pensione anticipata contributiva

Tanti i dubbi su cosa spetta ai lavoratori invalidi, analizziamo in quest’articolo quando è possibile richiedere l’assegno invalidità, la pensione di inabilità lavorative e la pensione contributiva anticipata, rispondendo anche ad un quesito di un nostro lettore. Leggi qui la risposta: Assegno invalidità, pensione inabilità e pensione anticipata contributiva

Il lavoro dei sogni

Questo annuncio è stato fatto, promosso e pubblicato dalla Golden Road Brewery. Questa società pur di promuovere i propri prodotti, si è inventato questo metodo molto redditizio e piacevole essendo disposta a pagare regolarmente qualcuno, precisamente, il prescelto e perché fortunato, una volta trovato il suo lavoro da sogno, non dovrà fare altro che bere birra mentre si guarda una partita. Leggi qui la notizia completa: Essere pagato per bere birra e guardare la TV, ecco l’annuncio

Speciale pensioni

Pensione a 57 anni

Anticipare il pensionamento non è una cosa impossibile, ma richiede determinati requisiti. Attualmente ci sono varie forme pensionistiche in vigore, tutte con requisiti stringenti. Ogni giorno ci arrivano richieste in redazione tramite WhatsApp e la mail di consulenze@notizieora.it, dove i lettori ci chiedono come fare ad anticipare il pensionamento specialmente quando si è arrivati ad un’età oltre i 50 anni e si perde il lavoro. Leggi quando è possibile: Pensione a 57 anni: possibile con 41 anni di contributi

Pensione con 40 anni di contributi

Per alcuni lavoratori precoci è possibile accedere alla pensione soltanto con 41 anni di contributi ma questa misura non può essere fruita da tutti poichè richiede l’appartenenza a determinati profili lavorativi tutelati. Vediamo, nel caso della nostra lettrici, quale misura è la prima che le permette il pensionamento. Leggi qui quando e come è possibile: Quando in pensione con 40 anni di contributi?

Pensione prima dei 67 anni

Come abbiamo visto, rispondendo a precedenti quesiti posti dai nostri lettori, non sempre è facile per i lavoratori invalidi accedere ad una tipologia di pensione prima del compimento dei 67 anni di età in virtù della patologia invalidante. Anche se esistono diverse misure che permettono il prepensionamento degli invalidi tutte richiedono dei requisiti abbastanza stringenti. Cerchiamo di vedere il caso in questione. Leggi qui la notizia completa: Pensione prima dei 67 anni: possibilità invalido

Pensione Indcom di 513 euro al mese

La pensione Indcom di 513 euro al mese è riconosciuta dall’Inps come ponte per arrivare all’età pensionabile richiesta per la pensione di vecchiaia. Dal 1° gennaio 2019 la misura è diventata strutturale. La pensione Indcom è riconosciuta in qualità di indennizzo per cessata attività commerciale ed è pari al trattamento minimo Inps per il 2019  per 13 mensilità. Sull’indennizzo non sono previsti interessi legali, rivalutazione monetaria, trattenute sindacali, erogazione di trattamenti di famiglia. Trovi qui tutte le informazioni: Pensione Inps a 57 anni donne e 62 uomini di 513 euro al mese, per arrivare all’età pensionabile

Pensione Quota 41 o anticipata: convenienza e calcolo assegno

Pensione Quota 41 destinata ai lavoratori precoci o pensione anticipata con 42 e 10 mesi? Analizziamo la convenienza delle due misure è i requisiti richiesti, rispondendo anche ad un quesito di un nostro lettore. Leggi qui la risposta completa: Quota 41 o pensione anticipata, qual è la convenienza?

Opzione donna

L’opzione donna,  permette il pensionamento a 58 anni per le lavoratrici dipendenti (per le autonome ne sono richiesti 59) che abbiano maturato almeno 35 anni di contributi. L’accesso alla pensione, attualmente, è consentito solo a coloro che hanno compiuto i 58 anni e maturato i 35 anni di contributi entro il 31 dicembre 2018. Leggi la notizia completa qui: In pensione a 58 anni: quali misure lo permettono?

Successione

Torniamo a parlare di diritti e doveri dei coniugi in caso di separazione: cosa accade se uno dei due muore prima che sopraggiunge il divorzio? L’altro rimane o no erede? E in presenza di un testamento che lasci come erede un figlio escludendo l’ex coniuge? Vediamo come funziona rispondendo al quesito di una nostra lettrice. Leggi qui la risposta: Successione dopo separazione: i beni vanno ai figli o anche all’ex coniuge?

ISEE e compilazione DSU

La dichiarazione ISEE da diritto a molte agevolazioni per se stessi e per l’intero nucleo familiare. Nella determinazione dell’Isee si tiene conto del nucleo familiare. Se non ci sono casi particolari, è tutto semplice; la cosa si complica nei casi di separazione e divorzio con figli minori. Leggi qui tutte le informazioni: ISEE e casi particolari di nucleo familiare per la compilazione della DSU

TFS e quota 100

Il TFS (trattamento di fine servizio), chiamato anche buonuscita, per i dipendenti pubblici rappresenta una questione molto delicata. I tempi molto lunghi, circa 24 mesi, sono stati discussi anche nelle aule di Tribunale, considerando illegittima la differenza fra il settore pubblico e privato. A voler risolvere parte del divario, il Governo (Di Maio – Salvini), ha inserito nel decreto – legge n. 4/2019, l’anticipo TFS con un tetto massimo di 45.000 euro a tasso agevolato. La misura è stata prevista per tutti i lavoratori che accedono a quota 100 e alle altre forme pensione e per coloro che già stanno in pensione ma non hanno percepito nessuna rata del TFS.  Leggi qui le ultime novità su questa misura: TFS e pensionamento con Quota 100, cosa fare per chiedere l’anticipo

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”