Spese badante pagate con ricarica Postepay sono detraibili nel 730?

Pagamento badante con ricarica PostePAy, è possibile la detrazione del 19% nella dichiarazione annuale dei redditi (730 o Redditi)?

Prima di addentrarci nel pagamento tracciabile per le spese badante per la detrazione del 19%, analizziamo in breve il divieto dei pagamenti degli stipendi in contanti entrato in vigore dal 1° luglio 2018. Tale obbligo impone ai datori di lavoro di pagare gli stipendi con mezzi tracciabili tramite istituti bancari o postali. La nota numero 5828/2018 include negli strumenti tracciabili anche carte prepagate e nel caso di soci lavoratori di cooperative anche i versamenti sul libretto del prestito.

Spese badante pagate con PostePay

Con la presente si fa richiesta della seguente domanda:

un versamento fatto su carta PostePay effettuato dal debitore in contanti, nella ricevuta contiene l’identificazione sia del debitore e del titolare della prepagata ( per pagamento retribuzione a badante) questo pagamento risponde ai requisiti di tracciabilità e quindi nella fattispecie, consente l’eventuale detrazione fiscale in dichiarazione dei redditi ?

Ringraziando

Cortesemente saluto in attesa di risposta

Dr. A. B.

Pagamento stipendio badante con ricarica PostePay

Tra i pagamenti tracciabili sono ammessi quelli effettuati con ricarica di PostePay, ovvero le carte prepagate senza IBAN a condizione che siano intestate al lavoratore. Il datore di lavoro deve conservare ed esibire, ai fini di un controllo dell’Ispettorato del lavoro; le ricevute di pagamento effettuato, in questo caso le ricevute di ricariche della PostePay.

Detrazione del 19% spese badante pagate con PostePay

La detrazione fiscale del 19% impone il divieto di pagare in contanti le spese da detrarre (art. 15/917), ad esempio:

Il testo della legge di Bilancio 2020, articolo 1, commi 679 e 680, relativo alla disposizione in parola:

679. Ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, la detrazione dall’imposta lorda nella misura del 19 per cento degli oneri indicati nell’articolo 15 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre1986, n.917, e in altre disposizioni normative spetta a condizione che l’onere sia sostenuto con versamento bancario o postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento previsti dall’articolo 23 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n.241.

Conclusioni

Quindi, a mio avviso per la detrazione del 19% nel 730 o Redditi per le spese sostenute per la badante devono avvenire con addebito in conto corrente, l’uso dei contanti è tracciabile per lo stipendio ma non è tracciabile per il datore di lavoro. Con l’addebito sul conto corrente del datore di lavoro della ricarica PostePay intestata alla badante è possibile detrarre il costo nella dichiarazione dei redditi annuale.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”