Spese detraibili nel 730 al 19% pagate con mezzi tracciabili, le novità

Novità in riferimento alla detrazione delle spese al 19%: i pagamenti devono essere tracciabili, salvo alcune eccezioni.

Le spese detraibili fiscalmente da riportare nella dichiarazione dei redditi (730 o Redditi) subiscono ulteriori modifiche, infatti la detrazione è possibile solo con mezzi tracciabili. Analizziamo le novità inserite nella manovra della legge di Bilancio 2020.

Detrazioni fiscali al 19%, le novità

La relazione tecnica alla manovra di bilancio 2020 ha commentato la norma sulle detrazioni fiscali al 19%. Viene chiarito che le spese agevolate al 19% saranno detraibili solo se pagate con mezzi tracciabili, salvo alcune eccezioni.

Eccezioni anche con pagamento in contanti

La normativa di riferimento prevede delle eccezioni, infatti chiarisce che  si potrà continuare a pagare in contanti farmaci, prestazioni sanitarie e dispositivi medici  effettuate presso strutture pubbliche o accreditate al SSN (Servizio sanitario nazionale).

Tutte le altre spese detraibili al 19% andranno corrisposte con versamento bancario o postale, oppure con altri mezzi tracciabili (carte di credito e prepagate, assegni bancari e circolari).

Detrazione al 19% e tetto di competenza

La normativa precisa che è possibile portare in detrazione dall’IRPEF il 19 per cento delle spese sanitarie effettuate nell’arco di un anno per la parte eccedente l’importo di euro 129,11.

Questo significa che la detrazione spettante del 19% è data dalla differenza tra il totale della somma di tutte le spese sostenute in un anno sottraendo la franchigia di euro 129,11; sulla differenza viene effettuata la percentuale del 19% e corrisponde al valore che viene portato in detrazione dall’IRPEF.

Alcune spese sostenute per persone con disabilità vengono detratte per intero senza franchigia di euro 129,11; ad esempio: acquisto dispositivi artificiali per la deambulazione; trasporto in ambulanza del soggetto disabile; ecc.

Non tutte le spese mediche possono essere detratte, abbiamo affrontato il caso delle spese sostenute per le prestazioni dell’osteopata, la detrazione in questi casi non è possibile, salvo se prestata da professionisti iscritti alle professioni sanitarie (circolare agenzia delle Entrate n. 7/E/2018).

 Per approfondimenti consigliamo di leggere: Detrazione spese osteopata nel 730: ecco in quali casi è possibile


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Angelina Tortora

Proprietaria, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”