Spese mediche: lo sconto del 20% col pagamento in contanti, è legale?

Obbligo di pagare le spese mediche con mezzi tracciabili, ma se il medico offre uno sconto del 20% con pagamento in contanti e senza fattura, è legale?

Per legge i professionisti sono obbligati a dotarsi di Pos per permettere il pagamento con mezzi tracciabili. Tale obbligo ad oggi non è ancora sanzionabile e quindi molti i professionisti che non si sono adeguati alla misura. Lo studio medico privato non convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale, ha un obbligo maggiore verso i pazienti, in quanto il pagamento deve avvenire con mezzi tracciabili per essere portato in detrazione (19%) nella dichiarazione dei redditi annuale (730 o Redditi).

Spese mediche con lo sconto del 20% con pagamento in contanti e senza fattura

Per ovviare al problema molti studi medici stanno eseguendo una pratica illegale: offrono uno sconto del 20% con il pagamento in contanti e in alcuni casi anche senza fattura. Questa ipotesi non solo è illecita, ma si configura in una frode fiscali. Il medico che opera una tale operazione dovrà essere denunciato all’Agenzia delle Entrate.

Quindi, consigliamo di non accettare mai tale imposizione, se lo studio medico non è dotato di Pos, è possibile pagare la prestazione con assegno bancario/postale o chiedere le coordinate bancarie (Iban) ed emettere il bonifico in un momento successivo alla prestazione, nel primo giorno utile. Il cliente è libero di allontanarsi dopo la prestazione con l’emissione della fattura/ricevuta dove viene evidenziato che il pagamento avviene con bonifico bancario.

Spese sanitarie: paghi in contanti perdi la detrazione fiscale? Sarà Vero?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”