Freestyle motocross: una variante mozzafiato del motocross

Il freestyle motocross, spesso abbreviato in fmx, è una variante acrobatica del motocross tradizionale. Le gare di fmx non si basano su un numero di giri cronometrati da completare in testa agli avversari, bensì prevedono l’assegnazione di un punteggio scandito dalle acrobazie compiute dai rider. Per eseguire i salti i piloti si servono di rampe piuttosto ripide, concepite per favorire voli più lunghi e alti del normale.

Categorie di competizione freestyle motocross

Le categorie di competizione fmx sono principalmente due: il Big Air e il Freestyle Motocross.

  • Big Air:

Nel Big Air ogni rider deve compiere tre salti ed eseguire un trick (acrobazia) per ogni salto eseguito. L’assegnazione dei punti va da 100 (massimo) a 0 (minimo) e il punteggio si applica esclusivamente al trick che, tra i tre portati a termine, i giudici reputano migliore. I criteri di giudizio si basano sulla complessità del trick eseguito, sulla fluidità dello stile del rider e sul tempo trascorso in aria.

Un rider che esegue il trick conosciuto come “McMetz”.

  • Freestyle Motocross:

Il Freestyle Motocross è una specialità simile al Big Air, ciò che sostanzialmente cambia è il tempo a disposizione dei rider per compiere i loro trick e il sistema di assegnazione dei punti. In questa competizione i partecipanti hanno a disposizione 90 secondi per compiere quanti più trick possibili. Il sistema di valutazione contempla ogni trick eseguito, quindi il punteggio di un rider corrisponderà alla somma dei punteggi individuali di ogni sua acrobazia. Le competizioni di freestyle si tengono spesso in arene all’aperto o in stadi, e due delle più importanti competizioni della categoria sono gli X-Games (sponsorizzata da Red Bull) e la Night of the jump (campionato di freestyle che si tiene a cadenza annuale in giro per il mondo).

Uno dei trick più comuni: il “Cordoba”.

Tipologie di trick

Per compiere i trick, i rider prediligono l’uso di motocross da due tempi, che non superino i 250cc di cilindrata. Il motivo di tale scelta è riconducibile al fatto che le moto due tempi sono molto reattive, hanno un’accelerazione aggressiva e rispondono in maniera più veloce alle sollecitazioni. Uno dei pionieri del fmxTravis Pastrana, ha inventato diversi trick tra cui il Lazy-Boy (letteralmente ragazzo pigro) e il molto più spettacolare double Backflip (doppio salto mortale all’indietro). Ecco alcuni dei trick più usati dai rider nelle varie competizioni:

“Switchblade”: letteralmente tradotto come “scambia spada”, in questo trick il rider inverte bruscamente la direzione del corpo allungando una delle gambe oltre la moto.

“Holy man”: il rider lascia completamente la moto in aria, volando senza appigli.

“Dead Body”: letteralmente “cadavere”.

 

“Bike Flip”: il rider fa compiere un flip (rotazione) alla moto, risalendo in sella al termine dello stesso.

“Backflip/Lazy-Boy”: spesso i rider uniscono vari trick all’unisono, in questo scatto viene eseguito un Lazy-Boy durante un Backflip (salto mortale all’indietro).

“Backflip /Heel Clicker”: il rider esegue un Heel Clicker (letteralmente “tocca talloni”) durante un Backflip.

 

 

Freestyle motocross: una variante mozzafiato del motocross ultima modifica: 2018-08-09T09:45:21+00:00 da Mike

Mike

Un ventenne che ha amato la scrittura fin da quando ha cominciato a camminare. Forse da un po' prima.