MotoGP: Claudio Domenicali picchia duro su Jorge Lorenzo

Claudio Domenicali, CEO di Ducati, continua a mantenere un tono altamente critico nei confronti del suo ex-pilota Jorge Lorenzo e afferma in un’intervista a GPOne che lo spagnolo non ha soddisfatto le aspettative della sua azienda. “Le nostre aspettative erano molto alte, molto superiore ai risultati effettivamente raggiunti. A volte le cose funzionano immediatamente, ma nel nostro caso non è successo e tutto è stato ritardato, tutto ha cominciato a funzionare troppo tardi, quindi ora possiamo guardare al futuro con una nuova coppia di piloti.”

Parole al vetriolo nei confronti di Jorge Lorenzo da parte del numero uno di Ducati

“Adesso abbiamo un livello di armonia maggiore nella squadra, c’è più rispetto tra Dovizioso e Petrucci rispetto a quello che c’era prima con Lorenzo. Tra il Dovi e Jorge Lorenzo era forte la guerra dialettica, che è un bene per lo spettacolo, ma non per una squadra. Con Petrucci invece, la squadra è più coesa “. Lorenzo è arrivato in Ducati con un contratto molto importante dopo aver ottenuto i suoi tre titoli mondiali in MotoGP. In totale il suo contratto prevedeva uno stipendio da 24 milioni di euro per due stagioni, ma la mancanza di risultati del Baleari e un adattamento difficile ha spinto Claudio Domenicali a prendere la decisione di non prorogare il suo contratto.

Claudio Domenicali è curioso di vedere se Lorenzo sarà capace di lavorare in tandem con Marquez

Una misura frettolosa secondo alcuni. In ogni caso Claudio Domenicali si dice convinto della scelta effettuata. Il CEO di Ducati è curioso di vedere se Lorenzo sarà capace di lavorare in tandem con il campione di Honda Marc Marquez: “Vedremo se due galli nello stesso pollaio sono di troppo o se si trovano in armonia. Al momento è ancora presto per dire qualcosa. Vedremo quando cominceranno le ostilità, sono curioso di vedere come affronteranno le gare.”

Leggi anche: MotoGp: Valentino Rossi teme di avere un altro problema nel 2019