Stipendio 2020 più alto con un super bonus da 1.500 euro

Il Governo ha pensato di erogare in busta paga del mese di luglio 2020 un super bonus da 1.500 euro, applicando sgravi fiscali sul costo del lavoro

Il nuovo Governo ha manifestato dall’inizio del suo esecutivo l’intenzione di ridurre le tasse e di aumentare gli stipendi. Di conseguenza nel DEF presentato al Parlamento si evince un taglio del cuneo fiscale da luglio 2020, con meno tasse sul lavoro per i redditi medio-bassi o nuovo super bonus in busta paga.

La Nota di aggiornamento al DEF approvata, in questi giorni, in Consiglio dei Ministri conferma il taglio del cuneo fiscale in favore dei lavoratori. Ciò implica una sostanziale riduzione delle tasse sul lavoro, che partirà da luglio 2020 in base alle risorse stanziate.  Mentre lo sgravio andrà a regime dal 2021.

Non è ancora delineato il meccanismo, per capire cosa sarà messo in campo per ottenere tali aumenti in busta paga bisognerà attendere uno specifico disegno di legge collegato alla manovra stessa.

Nuovo bonus in busta paga

Teoricamente, la misura prevista da M5S e Pd si potrebbe concretizzare in un bonus fino a 1.500 euro lordi l’anno in favore dei redditi inferiori ai 26 mila euro lordo. Il bonus scenderebbe progressivamente per i redditi superiori fino ad arrivare ad una soglia di 35mila euro e poi azzerarsi per i redditi alti.

Si ha l’intenzione di erogare tale bonus di 1.500 euro in un’unica soluzione, con la busta paga di luglio 2020. Questa sembra essere una decisione di marketing, in quanto se il bonus venisse spalmato mensilmente si avrebbe un aumento in busta paga di poco più di 100 euro, mentre in un’unica soluzione si ha un impatto più forte. Come si percepirebbe una doppia quattordicesima, incentivando di più i consumi.

Per gli incapienti la soluzione potrebbe essere prevedere un credito di imposta, da richiedere con la dichiarazione dei redditi o da usare in compensazione.

In conclusione, questo provvedimento si può considerare una misura a favore dei ceti bassi e medi, meno favorevole per quelli alti, ma comunque progressiva. L’unica cosa certa per ora è lo stanziamento di risorse: 2,7 miliardi di euro nel 2020 e 5,4 miliardi nel 2021.

.Busta paga: il governo Conte bis avvia gli sgravi fiscali per i redditi fino ai 36mila euro

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.