Stipendio di novembre: ecco come vengono pagate le festività in busta paga

Stipendio di novembre: si percepiscono due festività in questo mese il 1° e il 4 novembre, ecco come vengono calcolate e retribuite in busta paga

Il 1° novembre e il 4 novembre sono due giorni di festività che ricorrono in questo mese. Il giorno di festività di solito sono segnati in rosso sul calendario, il 1° novembre ricorre una festa religiosa “Tutti i Santi”, mentre il 4 novembre ricorre una festa civile “Unità Nazionale e delle Forze Armate”. Il lavoratore durante i giorni di festività si può assentare dal lavoro senza che la sua retribuzione venga intaccata.

Le festività di novembre

Come abbiamo detto nel mese di novembre cadono due festività il 1° novembre e il 4 novembre. Poniamo un po’ di attenzione su quest’ultima. Il 4 è la festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, questa è stata spostata sempre alla prima domenica del mese, in base alla legge n. 54 del 5 marzo 1977. Quindi nel mese di novembre ci saranno due festività una infrasettimanale e una di domenica. Per le festività infrasettimanale può accadere che si verifichi una festività goduta o una festività non goduta. Le differenze tra queste due situazioni sono:

  • la festività goduta consiste che il lavoratore durante tale giornata si assenta dal lavoro senza che la sua busta paga subisca delle variazioni, quindi ha il diritto di retribuzione anche per quel giorno. Un lavoratore che lavora 26 giorni al mese se gode della festività sarà sempre retribuito per 26 giorni in busta paga;
  • la festività non goduta consiste che il lavoratore si reca al lavoro anche durante il giorno di festività. Ciò è possibile solo se tra lavoratore e datore di lavoro ci sia un precedente accordo. Il lavoratore che lavora durante i giorni festivi ha diritto ad una maggiorazione sulla busta paga, relativa alle ore lavorate durante il giorno festivo.

Retribuzione del 4 novembre in busta paga

Il 4 novembre è una festività civile soppressa, ciò significa che nonostante si siano conservate le celebrazioni per tale festa, questa è stata designata sempre alla prima domenica del mese per far sì che non si perda un’ulteriore giorno lavorativo. I lavoratori per questa festività vengono compensati in modo diverso in busta paga. Infatti le ore di questa festività vengono sempre retribuite, in modo che il lavoratore si ritrova in busta paga una maggiorazione, questo avviene in modo diverso in base se si percepisce una paga giornaliera o una paga oraria.

Chi percepisce una paga giornaliera si ritroverà in busta paga una giornata retribuita in più, cioè invece di 26 giorno sarà pagato per 27 giorni.

Invece chi percepisce una paga oraria sarà retribuito in busta paga con una maggiorazione di 1/6 dell’orario settimanale


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.