Stop alla busta paga in contanti dal 1° luglio, quali regole devono eseguire i datori di lavoro?

Stop alla busta paga in contanti dal 1° luglio, ecco le regole che devono eseguire i dipendenti.

Stop alla busta paga in contanti, la Fondazione studi dei consulenti del lavoro ha elaborato un approfondimento sull’obbligo di utilizzo di mezzi di pagamento tracciabili nell’erogazione degli emolumenti a dipendenti e collaboratori. In particolare il documento contiene un modello che datori di lavoro e committenti possono consegnare ai lavoratori per informarli del nuovo obbligo.

Pagamenti inferiori alla busta paga, il datore di lavoro rischia estorsione e autoriciclaggio, le novità

Vademecum sulle retribuzioni tracciabili

divieto di pagamento in contanti degli stipendiLa Fondazione Studi Consulenti del Lavoro con l’approfondimento dell’8 giugno 2018 fornisce un utile vademecum riepilogativo delle novità e delle modalità operative che i datori di lavoro dovranno seguire per adempiere al nuovo obbligo sulla tracciabilità delle retribuzioni.

Dal prossimo 1° luglio, infatti, datori di lavoro e committenti saranno obbligati a procedere al pagamento delle retribuzioni, compresi gli acconti, esclusivamente attraverso una banca o un ufficio postale, con una delle modalità appositamente individuate dal Legislatore. Ricadono nell’obbligo tutte le tipologie di contratti di lavoro subordinato, le collaborazioni coordinate e continuative ed i rapporti di lavoro con i soci di cooperative. Sono esclusi, invece, i rapporti di lavoro domestico e quelli con la Pubblica Amministrazione.

Busta paga: pesanti le conseguenze in caso di violazioni

Sul piano sanzionatorio, nel caso di utilizzo di mezzi diversi da quali espressamente previsti per il pagamento, è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria da € 1.000 a 5.000; sul piano probatorio, la firma apposta sulla busta paga non costituisce prova dell’avvenuto pagamento della retribuzione. All’interno del documento è presente un esempio di lettera con le indicazioni sulle modalità di pagamento da inviare al cliente.

Stipendi dal 1° luglio non si potranno pagare in contanti, cosa succede con le trasferte?


Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest – Youtube – contattaci su Whatsapp al nuovo numero 3516559380 - inserite questo numero in rubrica e inviarci il seguente messaggio tramite whatsapp: "notizie", vi risponderemo il prima possibile.

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.