Stop cartelle esattoriali e mutui fino al 31 dicembre: cosa prevede la manovra di agosto?

Prorogato fino alla fine dell’anno lo stop all’invio di cartelle esattoriali e avvisi di accertamento. Prolungata fino al 31 dicembre anche la moratoria sui mutui.

Stop al pagamento di cartelle esattoriali e avvisi di pagamento fino alla fine dell’anno. La proroga riguarderà anche la moratoria sui mutui. La novità è portata dalla manovra di agosto che andrà al voto in Parlamento domani, 29 luglio e che estende molte delle misure introdotte per far fronte all’emergenza sanitaria ed economica causata della pandemia di coronavirus.

Stop cartelle esattoriali e mutui

Non solo, quindi, prolungamento al divieto di licenziamento e alla cassa integrazione, la manovra estiva prolunga anche gli aiuti alle famiglie allungando i tempi dello stop alla riscossione coattiva dei tributi. Lo stop al pagamento di cartelle esattoriali ed avvisi di accertamento, infatti, senza alcuna proroga sarebbe finito il 30 settembre.

La tregua fiscale, invece, viene prolungata fino al termine del 2020 per permettere alle famiglie di riprendersi dal collasso economico che l’emergenza sanitaria in molti casi ha provocato.

Il prolungamento dello stop è stato motivato dal fatto che sono circa 20milioni le cartelle di pagamento e di avvisi di accertamento che l’Agenzia delle Entrate Riscossioni ha pronti da spedire ai cittadini.

La valanga di richieste di pagamento, quindi, avrebbe colto totalmente impreparato chi, dopo la quarantena si trova ancora in cassa integrazione o chi, a causa del coronavirus ha perso il lavoro e non riesce a trovarne uno nuovo.

L’emergenza economica della famiglie italiane, infatti, non è terminata con le riaperture di maggio nè terminerà con l’eventuale termine dello stato di emergenza il 31 luglio.

La manovra estiva, quindi, serve anche per dare ulteriore tempo alle famiglie di reperire nuove fonti di reddito in entrata prima di battere cassa con le cartelle esattoriali.

Lo stesso Matteo Salvini, leader della Lega si era espresso in proposito affermando che il suo partito avrebbe fatto di tutto pur di impedire l’invio delle cartelle esattoriali a fine settembre.

Ovviamente il prolungamento fino al 31 dicembre non riguarderà soltanto lo stop all’invio delle cartelle esattoriali ma porterà un’estensione anche alla moratoria sui mutui che in questo modo potranno essere sospesi fino alla fine dell’anno (in caso contrario la sospensione avrebbe operato fino al 30 settembre).

Iniziative importanti, infine, la manovra estiva le porta anche in ambito lavoro: il divieto licenziamenti sarà allungato fino alla fine dell’anno e viaggerà di pari passo con la cassa integrazione, prolungata per altre 18 settimane.

Il governo,però, metterà in atto anche degli sgravi per le imprese che riprenderanno in servizio lavoratori in cassa integrazione o che, in alternativa, decidono di assumere nuovo personale.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.