Stralcio delle cartelle esattoriali fino a 1.000 euro: precluso il diritto alla pensione

Stralcio delle cartelle esattoriali fino a 1.000 euro, anche per i contributi previdenziali e con rateazione in corso, precluso il diritto alla pensione.

Stralcio delle cartelle esattoriali fino a 1.000 euro, anche se contenenti contributi previdenziali. Una situazione che ha aiutato molti cittadini a fare pace con il Fisco, ma per alcuni ha precluso il diritto alla pensione. Analizziamo il caso di un nostro lettore. 

Stralcio delle cartelle esattoriali fino a 1.000 euro: il caso

Buongiorno Dott.ssa A. Tortora, 

Seguito alla Vs precedente risposta pubblicata su notizieora il 09-06-2020 vorrei  sottoporre un caso analogo e chiedere cosa fare per uscirne.

Ho bussato a molte porte ma senza risultato. Spero che mi possa dare buone notizie

Qui di seguito il caso:

mia moglie, ha raggiunto i requisiti per andare in pensione con l’opzione donna il 2019, 35 anni di contributi e 59 anni di età (lavoratrice autonoma). Ho chiesto all’INPS l’estratto conto dal quale è emerso che ci sono alcuni contributi mancanti negli anni tra il 2000 e il 2010.

Tali contributi erano stati, a suo tempo, rateizzati e venivano pagati regolarmente.

Ho scoperto che tali contributi sono stati cancellati in accordo al DL 119 2018 art. 4 (Allegato) in base al quale veniva effettuato lo stralcio in automatico delle cartelle sotto i 1000 Euro relativamente agli anni tra il 2000 e 2010 (Allegato).

Ho chiesto all’INPS conferma che le cartelle stralciate avessero almeno mantenuto il diritto se non la misura.

A tale richiesta INPS ha risposto che tali contributi risultavano persi e che quindi era impossibile fare richiesta della pensione tenendo conto di questi contributi.

Ricordo che lo stralcio è avvenuto automaticamente e arbitrariamente e senza alcuna richiesta di autorizzazione da INPS a me e che tali cartelle come già detto facevano parte di una rateizzazione in corso.

Le chiedo, gentilmente, se esiste una soluzione a questo problema visto che  credo che il mio caso sia uno di alcune centinaia.

Ricordo che l’opzione donna è stata prorogata per il 2020 e non è detto che venga ulteriormente rinnovata e mancando tali contributi è impossibile aderire.

Grazie in anticipo

Cordialità

Stralcio dei debiti fine a 1.000 avvenuto automaticamente

Lo stralcio dei debiti fino a 1.000 euro in automatico è una misura intervenuta nel 2018, un importante intervento del decreto fiscale che ha disposto l’annullamento automatico dei debiti fino a cartelle esattoriali fino a 1.000 euro per i debiti contratti dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010. Recentemente una sentenza ha stabilito che devono essere considerati i debiti singolarmente senza aggio e sanzioni, al netto. 

Lo stralcio dei debiti è avvenuto in modo automatico e comprendeva anche i debiti previdenziali. 

Le cartelle esattoriali sono sottoposte alla cancellazione e qualsiasi tributo al suo interno è cancellato per sempre, anche se si tratta di contributi previdenziali utili per la pensione. L’annullamento ha interessato qualunque somma iscritta a ruolo, senza distinzione di natura e titolarità impositiva. Quindi, l’annullamento d’ufficio ha riguardato tute le partite non pagate, a prescindere che siano oggetto di rateazione o d’impugnazione. 

Detto questo, una cosa non mi è chiara nell’esposizione del suo quesito. Se le cartelle esattoriali erano sottoposte a rateizzazione con pagamenti effettuati regolarmente i soldi pagati per quei contributi sono stati incassati dall’Inps e come sono stati considerati?

Non credo possa fare molto per recuperare i contributi, il mio consiglio di rivolgersi ad un avvocato e con le ricevute dei pagamenti effettuati cercare di capire se una parte dei contributi annullati era stata già pagata e se in qualche modo può recuperare i contributi dimostrando che la rateizzazione era regolare.  


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”