Successione e immobili locati, le detrazioni si trasferiscono all’erede

Successione e immobili locati la circolare del’Agenzia ha ribadito che: “in caso dell’immobile per successione, le detrazione si trasferiscono agli eredi.

In materia di successione e immobili locati la circolare del 27 aprile 2018 numero 7/E ha ribadito che: “in caso di acquisizione dell’immobile per successione, le quote residue di detrazione si trasferiscono per intero esclusivamente all’erede o agli eredi che conservano la detenzione materiale e diretta dell’immobile”, precisando che “se l’immobile è locato, non spetta la detrazione in quanto l’erede proprietario non ne può disporre”. Inoltre, è stato precisato
che la condizione della “detenzione materiale e diretta del bene” sussiste solo in determinate condizioni:

a) sussiste qualora l’erede assegnatario abbia l’immediata disponibilità del bene, potendo disporre di esso liberamente e a proprio piacimento quando lo desideri, a prescindere dalla circostanza che abbia adibito l’immobile ad abitazione principale (come riporta la circolare n. 24/E del 10 giugno 2004, al paragrafo 1.1);

b) deve sussistere non solo per l’anno dell’accettazione dell’eredità, ma anche per ciascun anno per il quale l’erede intenda fruire delle residue rate di detrazione.

Le detrazioni si perdono se l’erede decide di locare l’immobile o concederlo in comodato d’uso

Pertanto, qualora l’erede decida di locare o concedere in comodato l’immobile, non potrà fruire delle rate di detrazione di competenza degli anni in cui l’immobile non 3 è detenuto direttamente. Tuttavia, potrà beneficiare delle eventuali rate residue di competenza degli anni successivi al termine del contratto di locazione o di comodato (circolare 17/E del 24.04.2015, paragrafo 3.3).

Sulla base della richiamata disposizione, nonché dei principi espressi con la citata circolare, si ritiene che per fruire del beneficio fiscale sia necessario che l’erede abbia la detenzione materiale e diretta dell’immobile agevolato per l’intera durata del periodo d’imposta di riferimento. Ne consegue che in tutti i casi in cui l’immobile pervenuto in eredità, già oggetto dell’intervento agevolato, risulti concesso in locazione anche solo per un breve periodo dell’anno, come nel caso di specie, l’erede non possa usufruire della quota di detrazione per l’annualità di riferimento.

Agenzia delle Entrate: interpello 19.07.2019, n. 282


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Angelina Tortora

Proprietaria, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”