Super batterio: morti in Toscana, i sintomi, come avviene il contagio

In Toscana ormai è da 10 mesi che si vive un’emergenza nelle corsie degli ospedali, si parla in totale di 64 persone contagiate e 546 risultate positive al batterio.

Si registra, purtroppo, un super batterio, ci sono dei sospetti su dei morti in Toscana, decine di pazienti infettati, si parla di 10/15 vittime. In Toscana ormai è da 10 mesi che si vive un’emergenza nelle corsie degli ospedali, si parla in totale di 64 persone contagiate e 546 risultate positive al batterio.

Il super batterio che terrorizza la Toscana

Stiamo parlando di un germe resistente agli antibiotici, anche a quelli di secondo livello, che mette paura non solo la Toscana, ma anche l’Italia, e in Europa, la cui origine non è stata ancora determinata. Si parla di un microrganismo mai riscontrato in queste proporzioni nel nostro paese, a colpire è un’enzima, capace di far mutare il germe e renderlo quasi invulnerabile, si chiama New Dehli, metallo beta lactamase. I casi accertati sono 350, dove i pazienti sono risultati positivi, di cui 50 hanno sviluppato un’infezione del sangue, 44 quelli ancora ricoverati, a 43 persone sarebbe stato riscontrato nelle urine, in 15 casi è stato trovato nelle vie respiratorie, in 242 persone avrebbe colonizzato l’apparato gastrointestinale. I morti, non confermate dall’azienda sanitaria, sarebbero 15, causati da setticemie innescate da questo germe.

Dove si rischia il contagio?

Il rischio contagio è limitato probabilmente a persone che di recente sono state ricoverate in ospedale, il focolaio è ancora attivo. La Regione cerca di spiegare i motivi di contagio, che possono essere due: il primo l’elevato uso di antibiotici che provoca la resistenza dei batteri; il secondo, l’incompleta applicazioni di misure necessarie ad interrompere la trasmissione di microrganismi patogeni. Tanto da chiedere di attuare misure immediate come l’isolamento dei pazienti, la pulizia e la decontaminazione dei reparti. Purtroppo la cosa che preoccupa è che il contagio possa essere avvenuto, stando in periodo di vacanze, e la Toscana attira turisti un po’ dappertutto, con persone appartenenti ad ogni paese, italiano e estero.

I sintomi

I sintomi di chi si ammala di questo tipo di batterio, sono i soliti, febbre, che può svilupparsi in polmonite, infezione urinaria o in altri tipi di setticemia.

Batterio killer, riguarda pelle e gola, già 12 morti


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube