Surroga mutuo: ecco come risparmiare oltre 10.000€ con interessi bassi

I tassi di interesse sono ai minimi storici e questa è un’ottima opportunità per chi ha intenzione di sottoscrivere un mutuo in questo periodo.

Chi ha intenzione di comprare casa in questo periodo ha buone opportunità di fare un affare. In questo momento, infatti, i tassi di interesse sono ai minimi storici. Anche chi ha già sottoscritto un mutuo potrebbe trarne un vantaggio non indifferente. La surroga del mutuo consentirebbe a chi ne sta già pagando uno di risparmiare oltre 10.000 euro.

Risparmio mutuo

Come ormai risaputo, i tassi di interesse sono ai minimi storici in questo periodo. Questo, quindi, è un ottimo momento per chi vuole acquistare casa sottoscrivendo un mutuo, ma anche per chi lo ha già fatto. Chi ha intenzione di migliorare le proprie condizioni contrattuali può, infatti, decidere di surrogarlo e risparmiare oltre i 10.000 euro in certi casi. La surroga, anche chiamata portabilità del mutuo, indica la possibilità di trasferire il debito ad una banca differente, cercando condizioni più favorevoli. Introdotta dalla legge 40/2007, conosciuta come decreto Bersani, la surroga può essere effettuata più volte nel corso dello stesso mutuo.

Soprattutto dopo la decisione della Banca Centrale Europea di tagliare i tassi sui depositi e l’introduzione del Quantitative easing 2 (strumento non convenzionale di politica monetaria espansiva utilizzato dalle banche centrali), le banche avranno più liquidità e potranno concedere mutui e prestiti a tassi ancora più bassi.

Surroga, a chi conviene?

La surroga conviene particolarmente a chi si ritrova a pagare un tasso variabile superiore all’1,50%. Al momento, infatti, è possibile surrogare un mutuo ad un tasso dello 0,39%. Chi ha un mutuo variabile di durata ventennale e, ad esempio, un capitale di 100.000 euro al tasso dell’1,50%, pagherebbe una cifra superiore di circa 50 euro al mese rispetto ai mutui migliori del periodo attuale. Facendo un calcolo veloce per la durata di tutto il mutuo, quindi, chi richiede la surroga potrebbe arrivare a risparmiare quasi 12.000 euro.

Per chi, invece, sta pensando di sottoscrivere un mutuo a tasso fisso o lo ha già fatto, sarebbe bene sapere che, al momento, gli interessi sono scesi. Chi ha intenzione di stipulare un nuovo mutuo potrebbe godere di un tasso dello 0,70% in su per 20 anni. Chi, invece, sta valutando la possibilità di surroga, il tasso è dello 0,85% per 20 anni. Ad esempio, per chi ne ha stipulato uno a tasso fisso qualche anno fa (al 2%) di un importo di 100.000 euro in 20 anni e oggi decide di surrogarlo, il risparmio sarebbe pari a 52 euro al mese. In questo caso, quindi, facendo il solito calcolo, chi surroga il proprio mutuo potrebbe arrivare a risparmiare quasi 11.000 euro.

Richiesta

Spesso, quando ci si rivolge ad un istituto bancario per richiedere la surroga del proprio mutuo, ci si rende conto che, tra polizze assicurative e conti corrente imposti, l’offerta non è più conveniente. Inoltre, i tempi di erogazione delle banche, che sia quella vecchia o quella nuova, sono molto lunghi. Ciò potrebbe compromettere i piani di risparmio dei clienti, che sfortunatamente non riescono a bloccare il tasso ai livelli sperati. Dunque, è fondamentale che alla banca venga chiesto di garantire il tasso desiderato al momento del rogito notarile.

Ti potrebbe interessare anche: Rimborso bollette Enel: gli opportuni chiarimenti


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.