Sussidi per disoccupati: spetta il reddito di cittadinanza?

Quale sussidio per una madre separata e senza reddito con figlio minore? Vediamo reddito di cittadinanza e assegni al nucleo familiare.

Molto spesso non si è a conoscenza delle misure cui si può accedere se ci si trova in condizione di disagio economico. E’ il caso di molti genitori separati o divorziati con figli affidati e conviventi che non hanno la possibilità di trovare una occupazione (soprattutto in questo periodo che il mercato del lavoro è più che immobile). Vediamo cosa potrebbe spettare sempre tenendo presente che a contare è l’intero nucleo familiare.

Reddito di cittadinanza in forse

Una nostra lettrice ci scrive:

Buon giorno,
Vi scrivo per avere un chiarimento: io sono divorziato e poi risposata e ho un figlio di 11 anni. Io non lavoro mentre mio marito si e percepisco l’assegno di mantenimento del figlio. Mi spetterebbe un aiuto visto la situazione attuale?
Grazie e cordiali saluti.

Se non ho capito male nel suo nucleo familiare sono presenti, oltre a lei che , suo figlio di prime nozze minorenne e il suo secondo marito, che è occupato. Non so che reddito entra alla famiglia tra l’assegno di mantenimento al figlio minore e il reddito da lavoro di suo marito ma suppongo che superi il limite stabilito per essere beneficiari del reddito di cittadinanza. 

Purtroppo lei, essendo risposata, anche se disoccupata percepisce il reddito di suo marito a cui si aggiungono i soldi che le passa per il mantenimento del figlio il suo ex coniuge.

L’unica cosa che mi viene da suggerirle sono gli assegni al nucleo familiare (che probabilmente non percepisce essendo disoccupata). In caso di separazione o divorzio, infatti, gli assegni al nucleo familiare spettano al genitore affidatario o a quello con cui il minore convive. Nel vostro caso, quindi, gli assegni spettano a lei. Se il genitore che ha diritto alla percezione dell’assegno al nucleo familiare, però, non ha posizione lavorativa per poterli richiedere riferendosi alla posizione lavorativa del suo ex coniuge.

In questo modo a percepire materialmente l’assegno al nucleo familiare sarà il papà del bambino che, però, dovrà girarle l’intera cifra spettante oltre all’assegno di mantenimento per il figlio.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.