Taglio cuneo fiscale e bonus 100 euro: spetta a entrambi i coniugi?

Se entrambi i coniugi lavorano hanno diritto tutti e due al bonus 100 euro derivante dal taglio del cuneo fiscale?

Dal mese di luglio il taglio del cuneo fiscale, che porta alla percezione di un bonus fino a 100 euro sotto forma di liquidità o di detrazione fiscale, ha preso il posto del bonus Renzi in busta paga. Il bonus da 100 euro, essendo una novità recente porta con sè molta curiosità e molti dubbi. Proprio per questo sono molti i lettori che scrivono in cerca di una risposta.

Bonus 100 euro, spetta a entrambi i coniugi?

Un lettore scrive per chiedere: Salve io vorrei sapere nel caso in cui lavorano entrambi i coniugi a chi spetta il cuneo fiscale 

Il taglio del cuneo fiscale riguarda i redditi da lavoro dipendente e così come il Bonus Renzi viene applicato o in busta paga o in sede di conguaglio fiscale.

Il diritto al bonus non si fonda sul reddito complessivo del nucleo familiare ma sul reddito personale del lavoratore e viene applicato solo e soltanto sui redditi da lavoro e assimilati assoggettabili all’IRPEF.

Il taglio del cuneo fiscale, quindi, viene applicato sull’Irpef pagato dal lavoratore dipendente e proprio per questo motivo su di esso non influiscono gli eventuali redditi del coniuge.

In caso di due coniugi, quindi, entrambi lavoratori dipendenti ed entrambi capienti (con reddito personale, quindi, che sia superiore a 8200 euro l’anno perchè in caso contrario il taglio del cuneo fiscale non spetta) il diritto al bonus 100 euro derivante dal taglio spetta ad entrambi.

Se entrambi i coniugi, quindi, rientrano nel diritto entrambi potranno beneficiare del taglio del cuneo fiscale. Come capirlo? Basta prendere in considerazione il CUD di ognuno dei coniugi per comprendere qual è il reddito annuo percepito: se lo stesso è compreso tra 8200 e 40mila euro il bonus derivante dal taglio del cuneo fiscale spetta.

Per sapere, invece, in che misura il bonus spetta bisogna rifarsi al seguente specchietto:.

Per redditi compresi tra 8200 e 28 mila euro spetta un bonus di 100 euro mensili

Per redditi compresi tra 28mila e 35mila euro spetta un bonus di 80 euro al mese

Per redditi da 35000 a 36000 euro spetterà un beneficio annuo di 768 euro, pari poco più di 64 euro al mese.

Per redditi da 36000 a 37000 euro spetterà un beneficio annuo di 576 euro, pari poco più di 48 euro al mese.

Per redditi da 37000 a 38000 euro spetterà un beneficio annuo di 384 euro, pari poco più di 32 euro al mese.

Per redditi da 38000 a 39000 euro spetterà un beneficio annuo di 192 euro, pari a 16 euro al mese.

A 40mila euro di reddito il bonus si azzera.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.