TARI: spetta la riduzione della tassa rifiuti se il servizio non è svolto in modo regolare

La Corte interviene nella Tassa rifiuti stabilendo che spetta una riduzione se il Comune non presta il servizio in modo corretto.

Spetta la riduzione della tassa rifiuti (TARI) se il servizio non è attivato nella zona di residenza o non è stato svolto in modo regolare. È stato condannato il Comune di Napoli al pagamento delle spese di euro 4.100 per rigetto del ricorso inerente al pagamento di una cartella esattoriale per la tassa sui rifiuti. Il ricorso presentato da una società che svolge attività alberghiera in Napoli, davanti alla Commissione Tributaria Provinciale di Napoli avverso la cartella di pagamento, notificata in data 25 gennaio 2012, con la quale veniva richiesto dal Comune di Napoli il pagamento di Euro 47.216 a titolo di tassa di smaltimento dei rifiuti solidi urbani per l’anno 2010.  

I giudici decidono che la TARI deve essere ridotta

La Cassazione, con ordinanza numero 22767 del 12 settembre 2019,  ha affermato che l’amministrazione comunale è sempre responsabile per i disservizi nella raccolta e nello smaltimento dei rifiuti, a prescindere dalle cause che li hanno determinati. Il contribuente ha diritto, quindi, alla riduzione della tassa rifiuti se prova
che il servizio istituito e attivato nella zona di residenza o di dimora dell’immobile non è stato svolto o è stato svolto irregolarmente. Il presupposto della riduzione della Tarsu (D.Lgs. n. 507 del 1993, art. 59, comma 4), sia stato svolto in grave violazione del regolamento del servizio nettezza urbana e quindi, l’utente ha diritto ad una riduzione per il disservizio creato. 

Legge 104 e sconto sulla tassa rifiuti, ecco chi può fare richiesta


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”