Allerta virus Facebook Messenger: come difendersi

-
29/06/2019

Fate attenzione, un attacco virus ha preso di mira virus Messenger, se ricevete il messaggio con la scritta “Sei tu?” seguito da un video, cestinatelo subito.

Allerta virus Facebook Messenger: come difendersi

Fate attenzione, un attacco virus ha preso di mira virus Messenger, se per caso ricevete un messaggio con la scritta “Sei tu?” seguito da un video, cestinatelo subito. Si chiama “Heres” l’ultimo pericoloso virus che sta girando da giorni nel nostro Paese tramite l’app di messaggistica di Facebook Messenger.

Virus Facebook: come difendersi

È un video che gira da due anni a ondate alterne, il suo funzionamento non cambia, è sempre lo stesso, gli effetti variano per ogni dispositivo. Purtroppo, agendo tramite Messenger, può infettare sia dispositivi mobili che PC desktop e laptop, in tutti i casi, all’inizio dell’infezione corrisponde anche l’invio dello stesso messaggio e dello stesso virus a tutti i nostri contatti Messenger, cosa che permette al codice maligno di diffondersi con molta velocità.

Vediamo come si rischia di prendere il virus, inizia arrivando su Messenger con un messaggio privato con il nostro nome e con un “Sei tu?”, e un video allegato con anteprima nera, dando il click incuriositi sul video, ci infettiamo manifestandosi poi o con un massiccio invio di messaggi pop up di spam o porno. Il mittente del video è sempre uno dei nostri contatti, perchè è così che si diffonde questo virus: prende possesso della nostra rubrica e invia lo stesso messaggio infetto a tutta la lista.

Cosa non fare in assoluto

Per difendersi come prima cosa è la fortuna di riconoscere che sia un virus, non dobbiamo fare click assolutamente, al contrario, segnalare dalla app di Messenger il messaggio come spam ed è opportuno bloccare quel contatto. Se poi siete in possesso di un buon antivirus aggiornato, potrebbe bloccare l’infezione sul nascere e proteggerci dalle conseguenze nefaste.


Leggi anche: Pagamento Imu, calcolo, scadenza e saldo 2020: chi potrà beneficiare della cancellazione per Covid-19