Come convertire file Mkv in Avi senza perdere qualità

Il file video sul tuo dispositivo è in formato Mkv e occupa troppo spazio? Un convertitore Mkv Avi permette di ridurre la dimensione senza perdere qualità.

Il file video sono ormai diventati materiale di uso comune, quotidiano, mezzo di comunicazione attraverso i social network, ricordo da conservare o strumento per attività lavorative. Con il crescente utilizzo sono aumentate anche le esigenze, in termini di qualità sia video che audio; per questo motivo, la condivisione di filmati avviene spesso in formato Mkv, che permette di raccogliere un quantitativo di dati molto elevato, sottotitoli e diverse tracce audio, garantendo una qualità video e audio particolarmente alta. Tuttavia, questo tipo di file è molto ingombrante, pesante, occupa molto spazio e richiede risorse performanti per essere riprodotto in maniera fluida. A meno che non si utilizzi il video per motivi professionali, è possibile eliminare molti dei dati che appesantiscono il file, convertendo il file Mkv in Avi. Vediamo come farlo gratuitamente.

Come scegliere il convertitore Mkv Avi

Sul web è possibile trovare ogni tipo di informazione e di strumento per la conversione dei file audio e video; tuttavia, un convertitore Mkv Avi va scelto molto attentamente, perché deve essere in grado di trasferire i file da un formato all’altro senza perdere la qualità (ricordiamo che un video Mkv raggiunge una risoluzione fino a 4K, quindi ad altissima definizione).

Dopo un’accurata analisi e diverse prove, possiamo consigliare il convertitore Mkv Avi Movavi Video Converter, che ha garantito in output la stessa qualità di partenza, mantenendo anche i sottotitoli.

Molto importante e non da sottovalutare è proprio la questione dei sottotitoli: i file Mkv contengono diverse tracce audio e sottotitoli, che spesso nelle conversioni vanno persi. Con i normali convertitori bisogna svolgere operazioni separate per recuperare i sottotitoli e incorporarli poi nel video o creare un apposito file con estensione .srt da caricare successivamente.

Abbiamo scaricato Video Converter Movavi in versione gratuita Trial per 7 giorni, ideale per una conversione saltuaria (sono comunque utilizzabili tutte le funzioni), mentre per un utilizzo illimitato è possibile acquistare sul sito le versioni Premium e Suite con licenza Personale o Business (quest’ultimo caso permette di utilizzare il software in ambito aziendale per scopi commerciali).

Come utilizzare Movavi Video Converter

Questo convertitore Mkv Avi è molto intuitivo: basta cliccare sul Tab Aggiungi Video per inserire i file da convertire, anche simultaneamente in modalità batch.

Una volta caricato il video si può scegliere il file di destinazione, Avi o altri formati, selezionare la cartella in cui salvare il file di output (tramite tasto Salva in) e quindi cliccare sull’icona in basso a destra “Converti”.

Va segnalato che Video Converter è possiede oltre 180 diversi Codec, per cui è praticamente sempre possibile trovare quello di cui si ha bisogno. La conversione è molto rapida, soprattutto se si passa da Mkv ad Avi senza modificare la risoluzione o i codec.

Una soluzione pensata appositamente per i dispositivi mobili

Poiché i video circolano principalmente su supporti come tablet e smartphone, Movavi Video Converter consente di identificare il supporto utilizzato, collegandolo tramite USB al PC; in questo modo il dispositivo mobile viene rilevato e il programma sceglie automaticamente le opzioni di conversione migliori in base alla sua configurazione.