False verifiche sugli account: truffa su YouTube

A metterci in guardia dalla nuova truffa YouTube, è un’azienda russa specializzata in sicurezza informatica.

A metterci in guardia dalla nuova truffa YouTube, è un’azienda russa specializzata in sicurezza informatica. Da qualche settimana, i canali YouTube famosi e con molti iscritti, stanno ricevendo un’email apparentemente inviata dalla piattaforma di video streaming, dove vengono invitati a fornire le credenziali d’accesso del loro account YouTube. Per convincere gli utenti, il messaggio è firmato dai tecnici a nome di “YouTube Team” che devono accertare alcune violazioni nell’account, invece, si è rivelato un classico attacco phishing, ideato esclusivamente per rubare informazioni.

Rubato profili personali su YouTube

Purtroppo gli hacker non si fermano mai, e dopo aver provato a rubare i profili personali di Facebook e Instagram, ora è il turno di provare con YouTube.

Negli ultimi mesi si stanno segnalando sempre più casi di violazione di account. L’attacco phishing consiste nel mandare un’email ad un qualsiasi servizio on line segnalando un problema e chiedendo le proprie credenziali per fare un controllo, spesso il messaggio avvisa l’utente di aver vinto uno smartphone, ma per ottenerlo devono condividere le credenziali dell’account e-mail. Per non cadere in questa trappola, basta controllare l’indirizzo di posta elettronica di chi ha mandato il messaggio, il più delle volte è falso.

Il motivo di questi truffatori è abbastanza semplice: gli hacker, prendendo possesso di questi canali, possono diffondere velocemente delle truffe e raggiungere centinaia di migliaia di persone, così guadagnando da ogni singolo click e truffa messa in atto.

Per difendere il proprio canale YouTube basta seguire tre semplici regole

1)YouTube e qualsiasi altro servizio web, non vi chiederà mai le credenziali tramite e-mail

2)Prima di rispondere ad un’e-mail di questo genere controllate sempre il mittente, basta davvero poco per capire che si tratta di un indirizzo falso

3)Attivare l’autenticazione a due fattori, Google permette di farlo per ogni suo servizio e applicazione.