Internet su fibra: in programma dei voucher per i meno abbienti e per le scuole

-
13/10/2019

Sono in arrivo degli aiuti, che saranno tramutati in voucher per le famiglie a basso reddito e per le scuole, per avere internet su fibra

Internet su fibra: in programma dei voucher per i meno abbienti e per le scuole

Sono in arrivo degli aiuti, che saranno tramutati in voucher per le famiglie a basso reddito e per le scuole, per avere internet su fibra, le imprese poi andranno in un progetto a parte, non saranno dimenticate o messe da parte. Ci sono vari motivi per cui i cittadini non hanno la fibra, ci sono purtroppo ancora luoghi dove non esiste questa possibilità e invece chi poi non se la può permettere, ma il Governo sta cercando di porre rimedio ad entrambe le problematiche.

Che cosa si sta cercando di fare; andiamolo a scoprire

Questa soluzione non è solo improntata a far navigare tutti più velocemente, ma consentirebbe, sia per chi lavora da casa, sia per le aziende, anche se si farà in modo diverso dalle persone fisiche, di lavorare in maniera molto più efficace e più redditizia.

C’è un’effettivo ritardo in alcune zone della copertura delle cosiddette aree bianche, cioè quelle zone a fallimento di mercato, per questo bisogna fare di più, occorre che tutti gli enti si diano da fare.

Quello che mette il blocco a volte ai miglioramenti come in questo caso, ci sono regolamenti edilizi diversi tra loro nei comuni italiani, per cui il Ministero dello Sviluppo ha deciso di avviare un programma per velocizzare la copertura totale della fibra, che consiste in un programma speciale per le amministrazioni locali per snellire i processi di autorizzazione e snellire le procedure di collaudo. Poi c’è il secondo problema, quello economico, infatti le tariffe non sempre sono accessibili a tutti.


Leggi anche: Canone Rai: come ottenere il rimborso procedura e modulo

Ci sarà l’intervento del Governo per promuovere la diffusione di servizi in banda ultralarga, dove si punterà a sostenere e a beneficiare le famiglie a basso reddito, le scuole e i centri per l’impegno, concedendo dei voucher per un importo complessivo di risorse di 1,3 miliardi di euro.