Mp3, Pc, Sim sono invenzioni italiane: scopriamo come sono nate

Chi dice che i geni della tecnologia sono tutti stranieri? Molte sono le invenzioni italiane, e tra di esse, alcune sono tecnologiche che usiamo tutti i giorni ma di cui non sempre conosciamo la loro vera origine. Ebbene anche noi abbiamo i nostri geni. Di seguito le cinque invenzioni italiane tecnologiche.

MP3

Il padre dell’MP3 e dell’MPEG è un ingegnere elettronico italiano di Torino, ovvero Leonardo Chiariglione, creati entrambi nei primi anni ’90. Dopo il liceo classico, si laurea in ingegneria elettronica per poi fare un dottorato in Giappone, e tornare in Italia dove, grazie ad una equipe di ingegneri ed altri studiosi, realizza i suoi più grandi lavori. Fa parte dei più grande innovatori in campo elettronico ed ha vinto il Premio Marconi.

IL PERSONAL COMPUTER (PC)

Tra le invenzioni italiane, una delle più grandi è sicuramente il computer portatile, realizzato dall’ingegnere piemontese Adriano Olivetti nei primi anni 60. Il primo modello si chiamava Programma 101, che subito dopo essere stato lanciato, divenne oggetto di interesse della Nasa, che ne acquistò 45 esemplari per elaborare la traiettoria dell’Apollo 11, fino a ritrovarsi sulle scrivanie di tutto il mondo. Infatti Olivetti credeva essenziale che ogni uomo, d’affari o meno, avesse una propria “segreteria”.

IL PRIMO OROLOGIO A MOLLA

Il padre di tutti gli orologi fu Filippo Brunelleschi, più famoso per la cupola realizzata per il Duomo di Firenze. L’architetto fu anche un abile ingegnere tanto che nel 1410 creò il primo orologio a molla, padre di tutti gli orologi che seguiranno, da quello da parete a quello sul polso.

MICROCHIP

Italiano è anche il padre del microchip, un ingegnere vicentino, Federico Faggin, che negli anni 70 lo realizzò per l’Intel, azienda multinazionle americana del settore. Oggi giorno il microchip risulta essere il cervello dei computer.

LA SCHEDA SIM

Chi si sarebbe aspettato di ritrovare tra le invenzioni italiane la prima sim card? Fu realizzata nel 1996 da Telecom Italia Mobile, (TIM). Con essa era possibile fare un numero limitato di chiamate in cambio di un pagamento fatto in anticipo. Grazie alla sim, all’epoca diminuirono di molte le bollette del telefono.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.